Servizio Pubblico, la puntata in diretta su PolisBlog

In diretta su PolisBlog il terzo appuntamento del talk show condotto da Michele Santoro.

00.14 Infine sui fondi per i malati di Sla:

00.13 L’autonomia dei grillini:

00.12 Sulla moglie di Di Pietro:

00.10 Pesante vignetta su Berlusconi:

00.10 Sulle case di Di Pietro:

00.09 Sulla Fornero:

00.08 Su Obama:

00.07 Finalmente Vauro.
00.03 Pomicino precisa di non essere mai stato condannato per corruzione, ma di aver patteggiato.
00.02 Fuori Berlusconi, strano eh!

23.57 Feltri va via. Pubblicità. Poi le precisazioni su quanto detto da Travaglio e, infine, le vignette di Vauro.
23.56 Se l’Idv non entrasse in Parlamento alle prossime elezioni, cosa farebbe Di Pietro?

Continuerei a fare politica con l’Italia dei Valori.

23.52 Di Pietro risponde: “Due locali sono stati usati anche per le attività del partito. Eravamo nel 2001 quando non avevamo spazi e strutture“. E ricorda che già nel 2009 ha distinto formalmente le sue proprietà da quelle del partito.
23.51 Santoro cita la fattura trovata nella casa di via Merulana. Era davvero la casa di Di Pietro?
23.46 Rampini sul debito pubblico degli Stati Uniti, che è molto vicino a quello italiano.
23.43
23.41 Il debito pubblico da quando c’è il governo Monti è in crescita.

23.40 Immancabile il comizio di Grillo, sul tema economico.

23.39 L’ex magistrato: “Bisogna essere orgogliosi dei ragazzi del M5S“.
23.35 Di Pietro ribadische che “il partito deve camminare senza di me“.
23.32 L’ex dell’Idv: “La politica è fatta di opportunità“. De Gregorio confessa che Berlusconi ha donato “1 milione di euro al suo movimento“.
23.31 Bertazzoni intervista De Gregorio.

23.28 In studio alcuni studenti mostrano dei cartelloni:

23.27 Parola alla studentessa Federica che se la prende con i ritardi nel pagamento delle borse di studio nel Lazio.

23.25 Feltri ricorda che “non è abolendo i rimborsi elettorale che si risolve il problema della sanità“.
23.24 Mentana a Di Pietro: “Tu hai scoperto quanto duravano i partiti. Non puoi dire dopo 20 anni che da quest’anno iniziate a fare diversamente“.
23.19Nel nostro ospedale i malati non sappiamo dove metterli!
23.17 Parla il medico Francesco che ricorda i 18mila posti letto tagliati.

23.17 Abbruzzese: “Io mi preoccupo di non rubare io, degli altri non mi interessa“.
23.13 L’intervista al presidente del consiglio regionale del Lazio, Abbruzzese.

23.12 Ecco cosa disse la Borletti in un’intervista a La Stampa qualche mese dopo aver fatto la donazione a Prodi e Di Pietro.

23.11 La tua risposta è opaca. Dice Mentana a Di Pietro.
23.08 Di Pietro chiede di essere ringraziato per aver investito parte di quei soldi nella costruzione di un partito e non per andarsene in vacanza.
23.05 La Costamagna risponde: “Lei quando ha ricevuto materialmente, nel ’98, quei soldi già faceva politica“.
23.02La signora Borletti mi ha dato i soldi non per fare politica“.
23.01 Di Pietro risponde che la donazione avvenne nel 22 maggio 1995, quando non era ancora in politica.
22.59 Luisella Costamagna sulla donazione privata della Borletti. Che si è tenuto per sé e non ha usato invece per il partito.

22.54 Pubblicità, poi la domanda della Costamagna.
22.51 Rampini nota che questa “è stata l’elezione più costosa degli Stati Uniti d’America: 4 miliardi di dollari, tutti provenienti da finanziamenti privati“.
22.48 In collegamento da New York, Federico Rampini.

22.46 Di Pietro fa capire che se è stato lasciato solo dal Pd è perché “sono l’unico a fare opposizione a Monti“. E anche le critiche a Napolitano sulle trattative Stato-mafia hanno contato.
22.44 Mentana rincara la dose: “Hai portato in Parlamento Scilipoti, Di Gregorio e Razzi“.
22.43 Mentana ricorda che l’Idv già da un anno perde consenso.
22.40 L’ex magistrato annuncia:

L’Italia dei valori deve essere un partito che deve restare senza Antonio Di Pietro.

22.38 Feltri difende il comico ligure: “Se non ci fosse Grillo, nel M5S non ci sarebbe niente“.
22.35 Feltri dice che Di Pietro rischia la depressione e di perdere il gruppo alla Camera (servono almeno 20 deputati, ma oggi Donadi e Formisano se ne sono andati).
22.31 Le parole della Salsi, che non sa di essere ripresa. La consigliera comunale di Bologna ammette che grazie soprattutto a Grillo il M5S ha ottenuto questi risultati.

22.29 Travaglio propone una nuova tassa: chi guarda un video di Grillo, deve vederne anche uno di Bersani, Alfano e Monti.
22.25 Tanti applausi per Travaglio quando cita le parole di Scalfari secondo il quale un’Italia guidata da Di Pietro, Grillo, De Magistris e Ingroia sarebbe terrificante. Mentre invece con Berlusconi, Mancino, Gelmini, Calderoli, etc, andava tutto bene.

22.23 Travaglio passa ora a Scalfari.
22.22 Travaglio difende Grillo che “non ha detto di chiudere i talk”.
22.20 Marco Travaglio contro Battista del Corriere della Sera che ha scritto dell’editto di Grillo.

22.18 Bersani vorrebbe da Marchionne maggiore chiarezza e coerenza.

22.16 La Innocenzi chiede a Bersani cosa intende fare della legge Biagi: “Non abolirla, ma modificarla”.

22.14 Intanto, ecco la sfida di stasera tra leader:

22.10 Pubblicità. Poi l’intervista a Bersani e l’editoriale di Travaglio.
22.08 Sulle case acquistate da se stesso:

Se tornassi indietro, affitterei gli immobili non al partito, ma a qualcuno a prezzo più alto.

22.06 Di Pietro ribadisce che toglierà il suo nome dal logo del partito. Poi scherza: “Quest’anno ho fatto 20 quintali di olio, devo trovare chi se lo compra”.
22.05 Poi si rivolge direttamento a Elio Veltri:

Elio, mi devi dare 20mila euro perché sei stato condannato!

22.03 Di Pietro ricorda che parte delle case le ha comprate grazie ai soldi di Paolo Berlusconi, editore de Il Giornale. E aggiunge sulla sua presenza a Report:

Non mi sono piaciuto.

22.02 Di Pietro si difende: “Io non ho mai visto 56 case in vita mia. Non ne ho, ho tre appartamenti e la masseria di mio padre“.
22.00 Il direttore del Tg La7: “Tutti i partiti si comportano allo stesso modo, anche l’Idv. E’ la casta“.
21.59 Per Mentana il M5S è l’Italia dei Valori 2.0

21.56 Servizio Pubblico spiega schematicamente quante case sono di proprietà di Di Pietro. Un numero inferiore rispetto a quello indicato da Report (45).

21.50 In onda la celebre frase di Di Pietro: “Mia moglie non è mia moglie

21.48 Vengono trasmesse alcune immagini tratte dal programma di Rai 3.

21.47 Si va nel merito del caso sollevato da Report. Santoro difende Di Pietro per quanto riguarda i soldi pubblici che sarebbero finiti direttamente nelle tasche dell’ex magistrato.
21.43 Tocca a Feltri: “Il sistema dei partiti è marcio. E la gente sceglie il grande demolitore Grillo, che se riuscisse a radere al suolo tutto farebbe una cortesia al popolo; così poi arriverà un ingegnere che possa lavorare sulle macerie“.

21.41 Di Pietro nel merito non risponde e ribadisce: “Ho deciso che è meglio eliminare i finanziamenti, così da evitare di cadere in tentazione“.
21.40 Santoro incalza sui bilanci dell’Idv che sono scritti come quelli degli altri partiti.
21.39 Ancora Di Pietro, sul futuro:

Prima di candidarli noi metteremo in rete i candidati dell’Idv, così più occhi controllano meglio.

21.37 Di Pietro ricorda che l’Idv sta raccogliendo le firme anche per il referendum per abolire il finanziamento pubblico ai partiti, cioè i rimborsi elettorali:

Voglio essere promotore di questo cambiamento.

21.34 Santoro chiede a Di Pietro:

Il tramonto di Berlusconi significa per lei che deve cambiare il suo ruolo? Perché si ritiene ancora importante e in che modo?

21.33 Santoro saluta Di Pietro in studio. Si parte però dall’attualità e dal presunto litigio (poi ricomposto) tra Berlusconi e Alfano.
21.32 Calderoli si faceva pagare l’affitto di casa dal partito.

21.27 Cicchito, inseguito da Bertazzoni, non risponde sui finanziamenti ai gruppi parlamentari. E viene beccato mentre rilascia al Tg2 un’intervista. A tenere il microfono è la sua portavoce.

21.22Noi non restiamo fermi a guardare questo film, che già conosciamo: un Monti o un simil Monti cche vince senza pedalare“.
21.20 Santoro pontifica sui partiti personali. Auspicando che ci sia qualcuno che vinca in Italia pedalando, faticando e sudando. E attacca la nuova possibile legge elettorale che serve a non far vincere nessuno.

21.17 Con la musica di Paolo Conte inizia la diretta di Servizio Pubblico.

20.58 Tra pochi minuti il via alla terza puntata di Servizio Pubblico.