La Gabbia | Puntata 11 gennaio 2015

La Gabbia: la puntata dell’11 gennaio 2015

00.20 La puntata si chiude con il pezzo satirico di Paolo Hendel.
00.13 Riascoltiamo il no alle moschee dei romani.
00.11 In studio una lavoratrice di I&T Servizi: “Dal primo marzo rischiamo di stare a casa”.
00.00 Viene riproposto il servizio che racconta l’Islam per bocca di chi frequenta le moschee di Milano.
23.51 La satira di Saverio Raimondo sull’Isis, “multinazionale che assume in Italia”.
23.51 Un giovane musulmano in studio abbraccia Paragone in segno di pace.

23.47 Piccardo: “Che l’Islam possa diventare religione maggioritaria non deve spaventare”. Spazio poi al pubblico in studio: “Noi musulmani siamo offesi e disperati che a ogni attentato si parli di bomba islamica”.
23.43 Adinolfi: “L’Europa deve riscoprire le sue radici, i suoi valori, i motivi per cui sta insieme”. Secondo Adinolfi il problema è aver negato la radice cristiana dell’Europa. Per Ferrero, invece, il problema è aver fatto scrivere le leggi a banche e poteri forti.
23.41 Fini: “La prima cosa da fare è smettere di aggredirli a casa loro”.
23.40 Chiesa: “Noi europei dobbiamo chiederci quale sia il modo per esorcizzare la loro immensa forza. Come portare da noi il centro del Potere, avendolo già perduto? I nostri valori non sono minimamente confrontabili con quelli dell’Islam o della Cina”.
23.36 Chiesa lamenta di aver parlato poco stasera: “Non è un modo corretto, io ho parlato una sola volta”.
23.32 Nessuno sui punti oscuri dei fatti di Parigi.
23.30 Nuovo collegamento da Torpignattara, dove c’è anche un problema a livello di diritti del lavoro: negozi alimentari (degli immigrati) aperti 13 ore al giorno.
23.25 In un servizio il tema dell’immigrazione e dei centri di accoglienza in Italia. Ascoltiamo anche le parole di alcuni stranieri che ‘giustificano’ l’uccisione dei vignettisti francesi.
23.20 In onda le parole del terrorista di Parigi.

terroror

23.17 Ferrero: “Chiedo la condanna del terrorismo fino in fondo. La mia identità non è una cosa sola, non si può appiattare la persona su un solo aspetto. Non ci sono ‘noi e loro’, siamo tanti”.
23.15 Adinolfi: “L’Islam deve abbracciare quanto dice Papa Francesco: ragione e richiamo alla pace”.
23.10 Fini rimbrotta Santanchè: “La verità sta solo da una parte è una frase Isis”.
23.10 Una ragazza: “Se uno vuole conoscere l’Islam legga il Corano. Non tutti i terroristi sono islamici”.
23.03 In un servizio la storia di Maria Giulia (ora Fatima), la ragazza italiana che combatte con l’Isis in Siria.
23.00 Il ragazzo musulmano fa un’allusione sulla Santanchè che non può parlare di mafia. La parlamentare abbandona lo studio.

sntntnt

22.55 Adinolfi: “Al Qaida e Isis sono notoriamente islamici”. In studio parla un musulmano che dà dell’ignorante a Adinolfi. Poi, quando gli viene chiesto se Al Qaida e Isis ha matrice islamica, risponde: “E allora la mafia, che matrice ha?”

srjsrjr

22.51 Collegamento da Roma. Parla un musulmano: “Ci sentiamo offesi quando dicono terrorismi islamici. L’Islam non accetta il terrorismo. Islam significa pace”.
22.47 Santanchè: “Vogliamo smetterla di essere tollerante. La verità non sta in mezzo, ma da una parte, da questa parte. L’Islam lapida le donne, non ne ha alcun rispetto”. Piccardo: “Questa è islamofobia, è istigazione all’odio razziale e religioso”. La replica: “La querelo. Non ne possiamo più delle moschee, vogliamo chiuderle”. Piccardo: “Lei fa parte di un partito fondato da noti esponenti mafiosi e guidato da un pluripregiudicato”.
22.44 Il punto di vista sulle donne secondo un miliziano Isis. Da uccidere.

donna uccisa

22.38 In un servizio le parole dei jihadisti dell’Isis.

normale

22.32 Fini: “Le teorie dietrologiche di Ferrero e Chiesa non fanno capire niente. Che un agente segreto americano abbatta un agente segreto americano mi pare difficile”.
22.30 Ferrara: “È una guerra santa islamica contro l’occidente cristiano e giudaico”. Fini: “È una guerra tra due totalitarismi”.
22.30 Piccardo: “Noi musulmani siamo europei, non c’è voi e noi”.
22.26 Adinolfi: “Gli Stati Uniti, la Cia si è abbattuta le torri gemelle da soli? Non ve lo permetto!”. E definisce “boiate” quelle di Chiesa.
22.24 Chiesa: “I servizi segreti dell’Arabia Saudita sono una filiale della Cia. La guerra contro la Siria è stata organizzata dagli europei”.
22.23 Chiesa: “Gli Stati Uniti e una parte dell’Occidente hanno creato il terrorismo islamico e lo abbiamo scatenato contro un’altra parte dell’Occidente”.
22.20 Santanchè a Piccardo: “Siete come le coop”. In collegamento anche Giulietto Chiesa: “Avete dato per scontato che la versione degli avvenimenti di Parigi sia quella vera? Non è così. È stato l’11 settembre europeo”.

chiesaa

22.17 Santanchè: “Per Ferrero fanno bene ad ucciderci”. Ferrero: “Menzogne, lei è una bugiarda. Si deve vergognare, così si semina odio”.

ffsfh

22.15 Usama: “L’Islam non è un’ombra sull’Occidente, vuole essere una luce”.
22.07 Valerio Castellano, giornalista de La Gabbia, si è convertita ed è diventata musulmana. A lei è affidato il racconto dell’Islam, attraverso il viaggio nella comunità islamica di Milano.

Piccardo e

22.00 Ferrero: “Prima di fare la guerra in Afghanista gli occidentali hanno finanziamento i gruppo radicali afghani. Un pezzo del terrorismo islamico è stato costruito volontariamente dagli Stati Uniti per far saltare dei regimi”.
21.58 Fini: “Liberté sì, ma non per gli altri. La Francia dopo aver enunciato questo principio ha messo in atto il colonialismo, insieme all’Inghilterra”.
21.54 Adinolfi: “Questo vento con le mani non lo fermiamo. Bisogna trovare un collante unitario. Bisogna trovare dei valori in comune”.
21.51 Una scheda sui musulmani in Italia: 1 milione e 700 mila ad oggi.
21.50 Bisogna combattere i terroristi di tutti i tipo fino in fondo. Santanchè: “Sono islamici”. Ferrero reagisce ricordando il norvegese che uccise nel 2011 90 persone dichiarandosi anti islamico.

Ferrero la7

21.46 Santanchè: “Noi abbiamo paura. Stiamo parlando di terrorismo islamico, di una guerra in atto. La sharia, non c’è una separazione tra religione e Stato, non avete rispetto delle donne, le ammazzate”. In studio anche Ferrero di Rifondazione comunista: “La manifestazione di Parigi aveva un grande simbolo, ossia Liberté, Égalité, Fraternité”
21.45 Davide Piccardo, Coordinatore Associazioni islamiche di Milano, in studio: “L’Islam ha meno dogmi del cattolicesimo. C’è dibattito”. Santachè replica: “C’è la sharia”.
21.43 Il caso della moschea ‘abusiva’ in un garage, sempre nel quartiere Torpignattara.
21.40 Collegamento in diretta da Torpignattara. Un romano chiede se le moschee sono controllate.

torp

21.34 In un servizio la difficile convivenza a Roma, nel quartiere Torpignattara, tra musulmani e romani. Una ragazza: “Qui fa schifo, sono un po’ razzista”. Un ragazzo che si definisce “fascista”: “Dobbiamo ammazzarli tutti”.
21.27 Pubblicità.
21.25 Santanchè: “Bisogna dire che è terrorismo islamico. Lo si può vincere essendo uniti. Non bisogna avere paura dei partiti più duri nella protesta. Il pericolo non sono loro, ma il terrorismo islamico e i jihadisti”.
21.21 Adinolfi martedì debutterà con un quotidiano, La Croce: “La marcia di Parigi è identitaria, repubblicana”.
21.20 Fini: “La marcia di Parigi non è una dimostrazione di forza, ma di debolezza. 17 morti europei bastano per metterci in una situazione di agitazione notevole, mentre noi ogni giorno ne facciamo a centinaia di morti”.

fini paragone

21.18 Santanche, Adinolfi e Massimo Fini tra gli ospiti.
21.15 Inizia l’anteprima, con le immagini del “film del terrore” iniziato 3 giorni fa a Parigi.
21.10 Paragone lancia i temi della puntata, pubblicità.

lagabbia

La Gabbia torna in onda questa sera su La7 intorno alle ore 21.10 con la conduzione di Gianluigi Paragone. Il programma va in onda in diretta dagli studi di Milano. Su Blogo il liveblogging.

La Gabbia: anticipazioni e ospiti puntata stasera 11 gennaio 2015

La Gabbia: al momento non è stato comunicato il titolo del nuovo appuntamento del talk show di La7. Non si conoscono nemmeno i nomi degli ospiti della puntata di stasera. In primo piano i tragici fatti di Parigi e il conseguente dibattito sullo scontro tra culture e religioni.

Non mancherà la Skassakasta, la rock band con la quale il conduttore chiuderà la puntata cantando il suo editoriale. Nel corso della diretta lo sketch dell’attore Paolo Hendel e i servizi satirici di Andrea Rivera e Saverio Raimondo. Confermata la blogger e attrice Veronica Gentili in veste di inviata e opinionista.

Quella di stasera è la prima puntata del 2015 del talk show di La7.

La Gabbia: come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate de La Gabbia, in onda su La7 a partire dalle ore 21.15, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il consueto liveblogging.

La Gabbia: second screen

La Gabbia ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter @LaGabbiaTw