Salvini: “Berlusconi si chiarisca le idee o Lega va avanti da sola”

Il leader della Lega Nord manda un messaggio a Silvio Berlusconi e annuncia la manifestazione del prossimo 28 febbraio contro Renzi

Matteo Salvini tiene sotto pressione Silvio Berlusconi, forte dei numeri delle regionali di novembre e di un rinnovato consenso per la Lega Nord, il leader delle camicie verdi manda un messaggio al fondatore di Forza Italia. Lo fa ad Albino, in provincia di Bergamo, annunciando per sabato 28 febbraio 2015, a Roma, una manifestazione per “mandare a casa Renzi”.

C’è qualcuno che dovrebbe essere all’opposizione, ma buon Dio, Silvio Berlusconi, gli voti un pezzo di legge elettorale, poi un pezzo di riforma del Senato e allora non puoi dirmi facciamo le battaglie insieme e votare ogni porcheria: o ti chiarisci le idee, o noi andiamo avanti da soli per la nostra strada,

spiega il segretario della Lega Nord alla tradizionale festa Berghem Frecc, aggiungendo che

non abbiamo paura di nessuno non vogliamo ripetere gli errori del passato e fare i donatori di sangue.

La metafora ematica è chiara: La Lega Nord rischia di fornire una dote di voti a un blocco di opposizione che non si rivela tale sulla carta. Riguardo al prossimo presidente della Repubblica, Salvini auspica c he non sia “un volto sinistro”. Secondo Salvini il premier ha i giorni contati e il Jobs Act rappresenta “la fine dell’impero Renzi”:

È difficile articolare un giudizio sul nulla, sul vuoto. È il teatrino Renzi-Camusso, attori della stessa tragedia: è la fine dell’impero Renzi, perché tutti i dati economici lo bocciano.

Salvini si propone come l’erede di Berlusconi? Ecco, allora, che rispolvera uno degli antichi cavalli di battaglia del Cavaliere: l’invito all’evasione fiscale.

Incontro molta gente che dice che le conviene il prossimo anno lavorare in nero. Fanno bene, è legittima difesa contro uno Stato ladro,

conclude Salvini, trasformando, con la sua dialettica pragmatica e priva di metafore, la malattia nella cura: ha funzionato per anni con Berlusconi, perché non dovrebbe esserte lo stesso per lui?

Via | Agi