Omicidio Gabriel Ferez e Laurent Bonomo: l’errore che ha permesso a Dano Sonnex di uccidere

Un paio di giorni fa vi abbiamo riportato la notizia della conclusione del processo contro Dano Sonnex e Nigel Farmer, responsabili del brutale omicidio di Gabriel Ferez e Laurent Bonomo, i due studenti francesi di 23 anni torturati e massacrati lo scorso giugno nel loro appartamento di Londra. In quell’occasione avevamo fatto riferimento ad un


Un paio di giorni fa vi abbiamo riportato la notizia della conclusione del processo contro Dano Sonnex e Nigel Farmer, responsabili del brutale omicidio di Gabriel Ferez e Laurent Bonomo, i due studenti francesi di 23 anni torturati e massacrati lo scorso giugno nel loro appartamento di Londra.

In quell’occasione avevamo fatto riferimento ad un errore giudiziario, una svista, che aveva permesso ad uno dei due assassini, Sonnex, di essere libero in quel momento.

Nel maggio 2004 un dottore della prigione riporta che Sonnex, dopo aver scontato un anno di carcere per aver accoltellato un teenager e per una serie di rapine, aveva dichiarato di aver paura “di poter uccidere“. Quella confessione venne appuntata sulla sua cartella clinica, ma non venne mai condivisa con nessun altro.

Nel febbraio 2008 Sonnex lascia la prigione e viene erroneamente indicato come “rischio medio per la società“. Dopo due giorni lega sua sorella e il fidanzato di lei: ha bisogno di soldi e loro non vogliono darglieli. Li incappuccia e minaccia con un martello. Tutto si conclude al meglio e i due decidono di non sporgere denuncia.

Due mesi dopo Sonnex viene accuusato di furto e rimandato in carcere per tre settimane: al Crown Prosecution Service fanno un po’ di confusione e quando il caso viene aggiornato nessuno si oppone alla scarcerazione provvisoria, il 16 maggio.

Il 13 giugno ci si rende conto dell’errore, ma le pratiche per revocare la libertà vigilata per l’accusa di furto impiegano ben 33 giorni ad essere completate: esattamente il 29 giugno 2008.

In quella data le autorità si recano presso l’indirizzo comunicato da Sonnex e lo riportano in carcere: poche ore prima aveva partecipato al brutale omicidio di Gabriel Ferez e Laurent Bonomo.

Pochi giorni fa è stato condannato all’ergastolo e dovrà scontare un minimo di 40 anni in prigione prima di poter fare richiesta per la libertà vigilata.

Via | Telegraph