Affari italiani – Roma vs. Crociati: vigliacchi o eroi? Di sicuro vergognosi

Continuano le polemiche a distanza tra Roma e Parma e, nello specifico, tra la Rugby Roma e i Crociati. I tafferugli sugli spalti del Tre Fontane, l’aggressione a un tecnico dei ducali e l’intervento di Troy Woodman trovano, purtroppo, ancora spazio sui media. Una scena vergognosa, una pagina nera del rugby italiano (ma non eravamo

Continuano le polemiche a distanza tra Roma e Parma e, nello specifico, tra la Rugby Roma e i Crociati. I tafferugli sugli spalti del Tre Fontane, l’aggressione a un tecnico dei ducali e l’intervento di Troy Woodman trovano, purtroppo, ancora spazio sui media. Una scena vergognosa, una pagina nera del rugby italiano (ma non eravamo così superiori a quei tristi calciofili???) e uno scontro cui è ora di mettere la parola fine.

Foto per gentile concessione di Alessandra Di Stefano – Rugbryca

Premessa: non ero a Roma, non ero al Tre Fontane, quindi ogni giudizio e colpa la posso solo immaginare leggendo i resoconti. Che, ahimé, sono di parte. Se si ascolta la campana romana, società e stampa, si evince un quadro in cui i colpevoli sono i tesserati dei Crociati, rei di provocazioni e reazioni violente. Dei vigliacchi che si sono scagliati contro dei tifosi. Se si ascolta, invece, la campana ducale, tra comunicati stampa e dichiarazioni, la violenza è nata dai tifosi capitolini e lo staff e il giocatore intervenuti sono degli eroi che hanno evitato il peggio. In tutto ciò, si parla di cancelli chiusi, di pestaggi.
Come detto: non c’ero e non giudico. Sarà il giudice sportivo a farlo, il quale avrà a disposizione tutte le immagini della partita, violenze comprese. Sarà lui a decidere se le colpe sono degli uni o degli altri, se vi sono tesserati coinvolti e in che modo. Quello, però, che posso dire è che a Roma è successo un fatto vergognoso. A prescindere da chi ha iniziato e da chi ha finito. Ed è inutile, da un lato e dall’altro, parlare di vigliacchi, di eroi (?), di pezzi di merda o di giustizieri solitari. E’ inutile, perché la realtà è che è stata una colossale figura di merda. Da qualsiasi lato la si guardi.