Bambino di 10 anni trovato impiccato nel bagno dei nonni, orrore a San Giovanni

Un ragazzino di appena 10 anni trovato morto nel bagno dell’appartamento dei nonni, nel quartiere San Giovanni, a Roma. L’orribile scoperta è stata fatta dal nonno che dopo diversi minuti di assenza del piccolo, e non sentendo rispondere nessuno, ha forzato la porta dal bagno trovando il nipote impiccato con una sciarpa al sifone del

di

Un ragazzino di appena 10 anni trovato morto nel bagno dell’appartamento dei nonni, nel quartiere San Giovanni, a Roma. L’orribile scoperta è stata fatta dal nonno che dopo diversi minuti di assenza del piccolo, e non sentendo rispondere nessuno, ha forzato la porta dal bagno trovando il nipote impiccato con una sciarpa al sifone del bagno. La tragedia, al momento inspiegabile e sulla quale stanno lavorando gli investigatori, è avvenuta nel tardo pomeriggio di oggi.

Il bambino viveva con la madre (i genitori sono separati, anche se non legalmente) nello stesso palazzo in cui vivevano i nonni. Una volta tornato da scuola, frequentava la prima media da poche settimane, trascorreva lì i suoi pomeriggi, sorvegliato proprio dai genitori della madre. Dalle prime ricostruzioni non c’è una spiegazione all’accaduto. Bisogna capire cosa abbia spinto il bambino a togliersi la vita, se il gesto è stato volontario, oppure se si è trattata di una tragica fatalità, di un gioco pericoloso del quale la vittima ha perso il controllo nel momento sbagliato.

Al di là della separazione, pare vissuta senza particolare traumi e conflitti, dei genitori il bambino vivevano una vita ordinaria. Voti in regola a scuola, nessuna segnalazione di anomalie comportamentali evidenti. Le ipotesi sul banco sono le solite, soprattutto quando si tratta di casi di questo tipo: un litigio con i genitori o magari a scuola? Potrebbe non essersi riuscito ad adattare al nuovo ambiente scolastico dopo aver terminato le Elementari? Sarà compito degli inquirenti riuscire a ricostruire la dinamica.