Papa Francesco nomina il nuovo camerlengo: è Jean-Louis Tauran

Il cardinale francese sostituirà Tarcisio Bertone come Camerlengo di Santa Romana Chiesa

Papa Francesco ha nominato il cardinale francese Jean-Louis Tauran nuovo Camerlengo di Santa Romana Chiesa: il prelato d’Oltralpe sostituisce nel ruolo il cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato vaticano emerito, che ha recentemente compiuto 80 anni.

Il Cardinale Camerlengo, nella Chiesa romana, ricopre fondamentalmente due incarichi: in primo luogo, quando il pontefice è in viaggio, o assente, amministra i beni temporali, mentre alla morte del Papa (o in caso di rinuncia), come incarico speciale, presiede invece il periodo della cosiddetta Sede vacante.

Tauran sarà coadiuvato nel suo ruolo da un Vice Camerlengo, che generalmente viene insignito del carattere arcivescovile: sarà monsignor Giampiero Gloder, nunzio apostolico e arcivescovo di Telde, presidente della Pontificia Accademia Ecclesiastica. Tauran, che è lo stesso protodiacono che annunciò al mondo il 13 marzo del 2013 l’elezione di Jorge Mario Bergoglio al soglio pontificio e la scelta del nome Francesco da parte del nuovo Papa, è stato anche membro della Commissione Cardinalizia di Vigilanza sullo I.O.R. e, dal giugno 2013, anche della Pontificia Commissione referente sul medesimo istituto.

Per Tarcisio Bertone invece, che è stato per anni definito “il grande manovratore” del Vaticano (il 2 dicembre scorso, al compimento degli 80 anni, ha perso anche il diritto di ingresso al Conclave), sembra essere arrivato il definitivo momento della pensione cardinalizia.

Il ruolo del Camerlengo

Quando muore un Papa, il primo compito del Camerlengo consiste nel verificare ufficialmente che il pontefice abbia realmente cessato di vivere, chiamandolo per tre volte con il suo nome di battesimo: se non riceve alcuna risposta, dichiara:

“Vere Papa mortuus est!”

stendendo un velo sul suo volto, rimuovendone l’anello del pescatore dal dito anulare della mano destra ordinandone la distruzione o l’annullamento.

Il Cardinale mette quindi i sigilli allo studio papale e alla camera da letto e informa del decesso il cardinale vicario di Roma, al quale ufficialmente spetterà il compito di renderla nota al popolo.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia