Beppe Grillo: “Poletti dimettiti”

Nuova campagna del comico genovese sul suo blog: nel mirino la fotografia della cena con il ministro Poletti e “l’uomo delle coop” Buzzi

Con un post pubblicato alle 9 di questa mattina sul suo Blog il comico genovese Beppe Grillo lancia ufficialmente la campagna per chiedere le dimissioni del ministro del lavoro Giuliano Poletti: già nei giorni scorsi, in occasione in particolare della presentazione del referendum Fuori dall’Euro alla Camera dei Deputati, Grillo aveva già attaccato frontalmente il ministro, reo di comparire in una fotografia (oggi famosissima) con il “re delle cooperative romane” Salvatore Buzzi, oggi in carcere coinvolto nella maxi-inchiesta Mafia Capitale.

La notizia dell’appalto al ministero concesso ad una delle cooperative che facevano capo a Buzzi ha però fatto traboccare il vaso:

“La cooperativa di Buzzi, al centro dello scandalo romano, si occupa delle pulizie del ministero di Poletti. Cinque mesi fa è subentrata a un’altra cooperativa, di cui improvvisamente sono state scoperte carte non proprio in regola.
L’appalto non è diretto, passa attraverso in Cns, il Consorzio nazionale servizi, nel cui consiglio di sorveglianza sedeva pure il solito Buzzi e il cui direttore commerciale per il Centro Italia, Salvatore Forlenza, è indagato per turbativa d’asta. Ma, nel subentro della cooperativa di Buzzi, c’è stato l’obbligatorio avallo del Ministero.”

Nel post Grillo riporta un virgolettato del deputato pentastellato Massimo Baroni, chiedendo (anzi, esigendo) le dimissioni del ministro:

“Poletti deve dimettersi, per restituire un minimo di dignità all’istituzione che rappresenta.”

L’appalto della discordia, da tre milioni di euro per il servizio di pulizie del ministero del Lavoro assegnato cinque mesi fa direttamente alla cooperativa “29giugno” di Salvatore Buzzi, potrebbe creare altri imbarazzi al ministro Giuliano Poletti, già nella bufera per la famosa foto.