Chi ha vinto “davvero” i Tour de France tolti a Lance Armstrong?

Le Monde prova a riassegnare i titoli tolti a Armstrong sulla base del non coinvolgimento in storie di doping.

La squalifica di Lance Armstrong da parte dell’agenzia antidoping statunitense ha aperto una voragine nell’albo d’oro del Tour de France. Sulla carta Armstrong è ancora vincitore di sette Giri di Francia consecutivi, ma il suo rifiuto di difendersi dalle accuse dell’Usada avrà ripercussioni ufficiali e l’Uci cancellerà le sue vittorie. Subito dopo l’annuncio dell’agenzia antidoping, avvenuto il 24 agosto scorso, i giornali francesi hanno provato a ricostruire gli esiti finali dei Tour dal 1999 al 2005.

Su sollecitazione dei commenti dei suoi lettori, Le Monde ha stilato la lista dei vincitori “puliti” negli anni del dominio di Armstrong. Il quotidiano francese non si è limitato a assegnare i titoli ai secondi classificati di quelle edizioni, ma ha provato a scavare più a fondo, eliminando dalle classifiche tutti i ciclisti coinvolti in casi acclarati di doping o in frequentazioni per lo meno dubbie.

Emerge così che nel ’99 avrebbe vinto Escartin, perché Zuelle, secondo classificato fu coinvolto nell’affaire Festina. Nel 2000 si deve arrivare fino al decimo posto in gara, quello di Daniele Nardello, per non incontrare atleti che hanno avuto a che fare con il doping o con medici dalla fama oscura. Nel 2001 la maglia gialla virtuale sarebbe di Andrei Kivilov, il corridore Kazako la cui morte in una tappa della Parigi-Nizza del 2003 convinse l’Uci a rendere obbligatorio il casco. Nel 2002 avrebbe vinto il sesto classificato, il portoghese José Azevedo. Il 2003 sarebbe l’anno dello spagnolo Zubeldia, quinto a Parigi. Nel 2004 il trionfo sarebbe andato a Andreas Klödena e nel 2005 a Cadel Evans, parecchio tempo prima della sua effettiva vittoria al Tour.

Le Monde ironizza sul fatto che il successivo principale dominatore della Grand Boucle è un altro ciclista squalificato per doping, Alberto Contador, perciò il giochino “assegna la maglia gialla onesta” potrebbe continuare anche per gli anni successivi all’epoca Armstrong.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Doping

Tutto su Doping →