Bergamo: lite tra automobilisti finisce ad accettate, arrestato muratore con l’accusa di tentato omicidio

Una banale lite tra due automobilisti italiani di origini marocchine ha rischiato di trasformarsi in tragedia ieri mattina a Brembate, Bergamo, quando uno dei due ha tirato fuori un’accetta dal bagagliaio e colpito l’altro. Tutto ha avuto inizio dopo che i due hanno rischiato di restare coinvolti in un incidente stradale: forse in preda allo


Una banale lite tra due automobilisti italiani di origini marocchine ha rischiato di trasformarsi in tragedia ieri mattina a Brembate, Bergamo, quando uno dei due ha tirato fuori un’accetta dal bagagliaio e colpito l’altro.

Tutto ha avuto inizio dopo che i due hanno rischiato di restare coinvolti in un incidente stradale: forse in preda allo spavento per quello che sarebbe potuto accadere, l’operaio 27enne R.H. è sceso dalla sua auto ed ha iniziato a colpire il veicolo di A.A., 38enne muratore, danneggiandogli il parabrezza.

Quest’ultimo allora è sceso dal suo veicolo, ha aperto il bagagliaio ed estratto un’accetta con la quale ha iniziato a colpire il 27enne. Fortunatamente una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Brembate si trovava a passare di lì ed è intervenuta prima che fosse troppo tardi.

Pistole alla mano gli agenti hanno intimato al muratore di gettare l’arma, poi hanno provveduto ad arrestarlo con l’accusa di tentato omicidio con l’aggravante di aver agito per futili motivi. Il 27enne è stato invece trasportato al pronto soccorso della clinica San Marco di Osio Sotto, dove è stato giudicato guaribile in 7 giorni.

Via | L’Eco di Bergamo