Dahlia addio – Lo scandalo delle tessere

Lo avevo notato in questi giorni, ma mi auguravo fosse semplicemente una “dimenticanza” nell’aggiornamento del sito di Dahlia Tv. La conferma, invece, arriva da Il Giornale ed è stata ripresa poco fa da Il Grillotalpa: mentre l’emittente è praticamente fallita, quando si dà un mese di vita massimo ai canali porno e sportivi, Dahlia continua

Lo avevo notato in questi giorni, ma mi auguravo fosse semplicemente una “dimenticanza” nell’aggiornamento del sito di Dahlia Tv. La conferma, invece, arriva da Il Giornale ed è stata ripresa poco fa da Il Grillotalpa: mentre l’emittente è praticamente fallita, quando si dà un mese di vita massimo ai canali porno e sportivi, Dahlia continua a vendere le sue tessere. Incurante dei clienti che, così, verrebbero bellamente truffati.

Secondo quanto riferisce il quotidiano milanese, infatti, “Sono ancora in vendita le tessere di Dahlia, la pay tv del digitale terrestre che dovrebbe chiudere i battenti il 31 gennaio. Secondo indiscrezioni, Dahlia non ha bloccato la vendita delle tessere (18 euro al mese) e aggiunge 5-6mila abbonati a settimana ai 250mila già realizzati”. Serve aggiungere altro? E qualcuno cerca pure di giustificare l’azienda e i suoi boss.