Muti al Quirinale: Il Fatto Quotidiano lancia la notizia, Palazzo Chigi smentisce

Riccardo Muti successore di Giorgio Napolitano al Quirinale? Il Fatto Quotidiano lo scrive in prima pagina, da Palazzo Chigi smentiscono.

Il Fatto Quotidiano lancia in prima pagina la notizia: il maestro Riccardo Muti sarebbe stato sondato dal premier Matteo Renzi come successore di Giorgio Napolitano al Quirinale. Palazzo Chigi interviene poche oro dopo con la smentita: “Sono notizie strabilianti. Il presidente del Consiglio non sente il maestro Muti da anni”.

Il premier, dunque, non ha parlato né con lui, né con il figlio Domenico. Le fonti aggiungono: “Renzi non ha neanche il piacere di conoscere Domenico. Retroscena e presunte rivelazioni sono quindi destituite di ogni fondamento”. Eppure, secondo il quotidiano, ci sarebbero stati contatti diretti tra Muti e Renzi per il dopo Napolitano: “Riccardo Muti al Quirinale. Renzi l’ha chiesto a mio padre” recita il titolo in prima. Nel sommario, si spiega: “Il figlio del maestro: E’ una proposta seria del premier, ne abbiamo parlato in famiglia'”.

Sarebbe stato dunque Domenico, il terzogenito del maestro, la fonte del Fatto. Riccardo Muti è stato poi sentito direttamente dal giornale: “Ma perché non mi fate continuare a dirigere che mi piace tanto? Ognuno deve fare il suo mestiere”. Secondo il Fatto Quotidiano, il nome di Muti sarebbe gradito non soltanto a Renzi, ma anche a Silvio Berlusconi. Una candidatura bipartisan, insomma.

Tra l’ex Cavaliere e il premier ci sarebbe già anche un accordo: Muti al Quirinale e Gianni Letta nel ruolo di segretario generale della presidenza della Repubblica. Il maestro, 73 anni, il primo dicembre è tornato a Firenze per dirigere un’orchestra, cinque anni dopo la sua ultima apparizione nella città di Renzi. Al concerto erano presenti proprio la moglie del premier, Agnese, e il ministro della Cultura Dario Franceschini. Qualcosa sia sta muovendo davvero, nonostante le secche smentite di Palazzo Chigi?