Sondaggi politici 2014: la Lega Nord non si ferma più, il Partito Democratico in difficoltà

E nei sondaggi politici il Movimento 5 Stelle continua a scendere.

I sondaggi politici continuano a evidenziare un trend che prosegue da settimane: la nuova Lega Nord di Salvini cresce a ritmi velocissimi, portando via consensi a un Movimento 5 Stelle in difficoltà (più che a Forza Italia) e ponendosi sempre più come vera alternativa al Partito Democratico. Ed è proprio il Partito Democratico a mostrare invece i segni di difficoltà maggiori, inevitabili per un partito al governo in un autunno così caldo, ma che potrebbero anche venire cancellati di colpo se Renzi, finalmente, riuscisse a portare a termine le riforme promesse.

Partiamo però dalla Lega Nord, che nei sondaggi politici di Emg andati in onda ieri sera su La7 mette a segno una crescita di un ulteriore punto arrivando così al 12,5%. Si tratta di numeri che davvero il Carroccio non ha mai toccato e che non possono che essere merito del suo sfondamento al centro-sud della Penisola. Sfondamento che Salvini ha intenzione di proseguire e perseguire, anche dando vita a giravolte poco credibili sul tema “meridionali”.

Perde invece colpi il Partito Democratico, che anche questa settimana lascia per strada quasi un punto e mezzo e arriva al 36,5%. Certo, quando si parte dal 40,8% prima di tornare su livello “pre-Renzi” ce ne vuole di strada, ma questi numeri dovrebbero essere un segnale per il governo, che al momento si trova impatanato e che ha bisogno di concretizzare a breve quanto promesso oppure di pensare a un radicale cambiamento di linea, magari approfittando del momento complicatissimo del Movimento 5 Stelle.



Sondaggi politici 2 dicembre 2014

Già, il Movimento 5 Stelle. Beppe Grillo è “stanchino” e tutto il sogno pentastellato sembra essere sul punto di spezzarsi. Ed evidentemente gli elettori se ne stanno accorgendo, dal momento che anche questa settimana il M5S scende di oltre un punto e arriva al 18,5%. Il che comunque gli permette di restare secondo partito, visto che la ripresa di Forza Italia (15,9%) si inizia a intravedere (probabilmente qualche renziano entusiasta che torna all’ovile) ma non è ancora sufficiente a mettere in agenda il sorpasso.

Tra gli altri, si segnala come Sel stia gradualmente risalendo dalle secche in cui era confinata, arrivando al 3,9% e dando forse qualche segnale di speranza per chi spera a una scissione del Pd. Cresce di un decimale anche Fratelli d’Italia, arrivando al 3,7% e cresce non poco anche Ncd+Udc, che guadagnano quasi mezzo punto e arrivano al 3,4%.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia