Libia: A Derna si consolida il terrore dell’Isis

A Derna (Libia), a due passi da casa nostra, i fondamentalisti legati all’Isis continuano a reclutare uomini e a violare sistematicamente i diritti umani

Secondo un rapporto dell’Ong Human Rights Watch (HRW), a Derna, città a est della Libia, i rischi per la sicurezza della popolazione locale si sono aggravati. Quest’ultima è sistematicamente esposta ad abusi, torture e decapitazioni. Tale condizione, da poco più di un mese, si è ulteriormente complicata, ovvero da quando Abu Bakr al Baghdadi è stato nominato capo del Califfato di Derna.

La città è da tempo sotto il dominio del fondamentalismo jihadista di stampo qauedista, ma ultimamente gli equilibri di potere sono cambiati. Gli affiliati ad Al Qaeda, della brigata Abu Salem, sono stati sconfitti da 800 miliziani legati all’Isis (Stato Islamico dell’Iraq e della Grande Siria), guidati dallo sceicco yemenita Abu al-Baraa el-Azdi. Questi dominano su gran parte di Derna e fanno parte del Consiglio della Shura insieme ad altre fazioni jihadiste, che controllano la nuova provincia della Cirenaica.

Per HRW, il Consiglio della Shura ha instaurato, ormai da sei mesi, un rigido sistema giudiziario e amministrativo. Ha nominato propri giudici in un nuova Corte islamica e, inoltre, ha creato un nuovo organismo, denominato Diwan al Hisbah (consiglio per la promozione della virtù e la prevenzione dei vizi), un nuova autorità per l’istruzione e un nuovo corpo di polizia. Tutti gli appartenenti al Consiglio condividono l’applicazione rigorosa della Sharia, c’è solo un disaccordo sull’opportunità di aderire o meno all’Isis.

Dall’inizio del 2014, HRW ha messo insieme prove che documentano un gran numero di omicidi politici, 3 esecuzioni sommarie, 10 punizioni corporali eseguite pubblicamente, 3 decapitazioni. Inoltre, in una delle ultime testimonianze raccolte si fa cenno ad una pena di 40 frustate inferte, sulla pubblica piazza, a 8 studenti accusati di aver fatto uso di alcolici in occasione di una festa di laurea.

Il Consiglio della Shura ha fatto sapere, inoltre, di avere basi in tutte le città libiche, tra cui la capitale Tripoli. Tuttavia, Derna rimane l’unico centro direttamente controllato dall’Isis, dove si opera il reclutamento di miliziani provenienti da varie parti dell’Africa settentrionale.