Nigeria, scontri tra cristiani e musulmani: oltre 80 morti a Jos

  Almeno 80 persone sono morte negli attentati e negli scontri della vigilia di Natale tra cristiani e musulmani nella Nigeria centrale. Lo riporta il Corriere. Daniel Gambo, funzionario dell’agenzia per le emergenze, ha dichiarato: “Finora abbiamo recuperato 80 cadaveri a Jos” Sempre a Jos, secondo la testimonianza del capo di stato maggiore delle forze

 

Almeno 80 persone sono morte negli attentati e negli scontri della vigilia di Natale tra cristiani e musulmani nella Nigeria centrale. Lo riporta il Corriere.

Daniel Gambo, funzionario dell’agenzia per le emergenze, ha dichiarato:

“Finora abbiamo recuperato 80 cadaveri a Jos”

Sempre a Jos, secondo la testimonianza del capo di stato maggiore delle forze armate, due persone sono state arrestate per possesso di dinamite e armi.

Ha parlato di questa vicenda anche Don Paolo Padrini, blogger di Passi Nel Deserto:

“Esplosioni a catena a Jos, – riferiscono i giornali – nello stato centrale di Plateau, hanno provocato la morte di almeno 32 persone e il ferimento di altre 72 mentre altre sei persone sono rimaste uccise durante la messa di Natale in attacchi compiuti da presunti estremisti islamici contro due chiese a Maiduguri, nel nord-est del più popoloso Paese africano. Una delle due chiese è stata anche data alle fiamme e tra le sei vittime figura un sacerdote”

Ma, commenta Don Paolo, “non è solo in africa che i cristiani sembrano soffocati da episodi di violenza legati ad estremismi più o meno diffusi”.

(foto LaPresse)

I Video di Blogo.it