Le Pen: “Sono in estasi davanti alle capacità di Salvini”

Le Pen tesse il panegirico di Salvini. Per la leader del Front, il segretario della Lega è una personalità con enormi capacità e condivide la sua svolta nazionale

A margine del 15° Congresso del Front National a Lione, Marine Le Pen ha detto di essere “in estasi” davanti alle grandi capacità di Matteo Salvini.

Per la leder della destra nazionalista, il segretario del Carroccio: “è un uomo estremamente coraggioso, ha impresso una svolta nazionale che domani rimetterà la Lega Nord al centro della vita politica italiana. Lui primo ministro? Perché no?“. E a chi le ricorda che il Front e il partito padano sono tacciati di essere razzisti, la figlia di Jean-Marie replica: “fanno così con tutti quelli che sono contro l’immigrazione. E’ un’idea convenzionale costruita dai nostri avversari per impedire ogni discussione sulla politica di immigrazione massiccia che ha fatto il suo tempo“.

Salvini si è recato al Congresso del Front ed è stato accolto con tutti gli onori dai militanti di estrema destra francesi, forte dell’affermazione che ha saputo guadagnarsi nell’ultimo periodo in Italia e della sua volontà di costruire un nuovo soggetto politico nazionale di stampo lepenista. Il suo obiettivo, in sintonia con il Front, è quello di costruire una nuova Europa delle nazioni, di restringere ulteriormente i vincoli di Schengen, di uscire dalla moneta unica.

Tuttavia il segretario della Lega opera in maniera graduale. Infatti, conscio del fatto che potrebbe perdere un pezzo del suo elettorato ancorato ad una visione “nord-centrica“, ha dichiarato: “Noi siamo autonomisti e federalisti. Con il Front national ci sono delle differenze ma soprattutto molti punti in comune. Su tutti i temi internazionali siamo d’accordo: immigrazione, Islam, la Russia, l’odio per l’Europa di Bruxelles e delle banche“.

Pare che anche sulle modalità del finanziamento del Carroccio, Salvini voglia imitare il Front. A tale riguardo, ricordiamo che ha fatto molto discutere la notizia del prestito di 9 milioni di euro alla Le Pen, da parte della First Czech Russian Bank, vcina al Presidente russo Putin. Salvini, secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, ha detto oggi che non disdegnerebbe un aiuto economico da Mosca: “Se arrivassero soldi li accetterei“.

I Video di Blogo

Parma, poliziotto da un calcio in faccia a un manifestante a terra (VIDEO)