Agguato a Peschici: ucciso il custode del Baia di Manaccora, Rocco Tavaglione

E’ giallo a Peschici, dove nel primo pomeriggio di ieri, all’ingresso del villaggio turistico Baia di Manaccora, è stato trovato il corpo senza vita del guardiano della struttura, il 48enne Rocco Tavaglione, ucciso con almeno due colpi alla testa. A fare la macabra scoperta è stato un amico dell’uomo, che ha subito allertato le autorità

E’ giallo a Peschici, dove nel primo pomeriggio di ieri, all’ingresso del villaggio turistico Baia di Manaccora, è stato trovato il corpo senza vita del guardiano della struttura, il 48enne Rocco Tavaglione, ucciso con almeno due colpi alla testa. A fare la macabra scoperta è stato un amico dell’uomo, che ha subito allertato le autorità e fatto partire le indagini.

Sul posto sono subito giunti i carabinieri di Peschici e del comando provinciale di Foggia, che hanno cominciato ad interrogare amici e conoscenti dell’uomo e passare al setaccio la sua vita alla ricerca di elementi che possano metterli sulla giusta strada.

Al momento dell’agguato l’uomo era da solo – in questo periodo dell’anno la struttura è quasi deserta – e non ci sono testimoni oculari. Gli inquirenti sono convinti che il movente del delitto vada ricercato nella vita privata della vittima, conosciuta a Peschici come “lo Zingaro nero“, residente da qualche anno a Vico del Gargano insieme alla moglie e ai due figli. Le indagini proseguono a 360 gradi.

Via | FoggiaToday

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →