Clan Fabbrocino: diciotto arresti della Squadra Mobile di Napoli

Il clan vesuviano dei Fabbrocino si dedicava alla associazione a delinquere di stampo mafioso, al traffico di stupefacenti e non si faceva mancare le estorsioni. A condurre l’operazione che stamane ha portato all’arresto di diciotto elementi del sodalizio criminale, la Squadra Mobile di Napoli, che ha messo il sigillo finale alle indagini coordinate dalla Direzione


Il clan vesuviano dei Fabbrocino si dedicava alla associazione a delinquere di stampo mafioso, al traffico di stupefacenti e non si faceva mancare le estorsioni. A condurre l’operazione che stamane ha portato all’arresto di diciotto elementi del sodalizio criminale, la Squadra Mobile di Napoli, che ha messo il sigillo finale alle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia.

Non è la prima operazione contro il clan Fabbrocino, specializzato in racket: l’estate scorsa c’erano stati altri arresti

Le vittime erano imprenditori del settore dell’edilizia e del movimento terra del Nolano, ai quali venivano imposti versamenti in denaro (per diverse decine di migliaia di euro) all’apertura di cantieri o, in taluni casi, quale gesto a favore delle famiglie dei detenuti, nei periodi di Natale, Pasqua e Ferragosto

E ci sono anche storie assurde, come quella di Mimì o’Pezzaro, scovato e arrestato quando si stava nascondendo dentro ad un armadio.

Foto | San Gennaro Vesuviano

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →