Schwazer: “Mi dopavo dal 2011 e la federazione sapeva”

In un memoriale redatto su consiglio del nuovo allenatore, Alex Schwazer inguaia la Fidal con alcune rivelazioni clamorose


Alex Schwazer
racconta tutta la sua verità e lo fa in un memoriale presentato dallo stesso marciatore su consiglio del suo nuovo allenatore, Sandro Donati. Tra le righe delle confessioni di Schwazer, trovato positivo ad un controllo antidoping alla vigilia delle olimpiadi di Londra 2012, si leggono pesanti accuse nei confronti della federazione: il marciatore si dopava dal 2011 e la Fidal sapeva tutto, rivela lo stesso atleta che ora vorrebbe tornare a gareggiare.

Se le confessioni di Alex Schwazer fossero confermate, si tratterebbe di accuse gravissime: si tratta in tutto di cinque pagine nelle quali si legge come il marciatore medaglia d’oro a Pechino 2008 nella 50 Km, iniziò a fare uso di sostanze dopanti già a partire dal 2011 e nonostante la Fidal sapesse, il caso fu coperto da totale omertà. Le accuse di Schwazer si rivolgono principalmente nei confronti del medico federale, Pierluigi Fiorella, e dell’ex direttore sanitario, Giuseppe Fischietto, entrambi rinviati a giudizio dalla Procura di Bolzano.

“Fiorella sapeva tutto. Io – racconta il marciatore nel memoriale – gli confermai che mi ero dopato con epo nelle vicinanze delle gare di Lugano e Dudince. Avrebbe dovuto impedirmi di stare da solo a Oberstdorf prima dell’Olimpiade. Cosa pensava che facessi lì?”.


Nei racconti dell’ex atleta azzurro c’è anche la pattinatrice Carolina Kostner: dopo aver acquistato Epo in Turchia, Alex la nascose nel frigorifero dell’allora fidanzata, mentendo però sulla reale origine della sostanza. Inoltre, Schwazer conferma di aver chiesto alla Kostner di mentire agli ispettori, poiché se fosse stato sottoposto ad un test a Oberstdorf, sarebbe stato sicuramente trovato positivo. Ovviamente, ora il memoriale dovrà essere supportato da prove in sede processuale, ma tramite queste confessioni, Schwazer mira ad ottenere uno sconto di pena e poter così partecipare alle olimpiadi di Rio 2016.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Doping

Tutto su Doping →