Atp Montecarlo 2015 | Nadal e Federer agli ottavi | Risultati 15 aprile

Atp Montecarlo 2015. Terza giornata. I risultati di mercoledì 15 aprile

Bianco

Atp Montecarlo 2015. Mercoledì 15 aprile si completa il secondo turno con 13 match.

18.05: Monfils batte Dolgopolov con un doppio 7-6 e si guadagna l’ottavo di finale con Federer. Partita molto divertente. Nel primo set, l’ucraino serve invano per il set in vantaggio 5-4 per poi cedere 7-5 al tie break con un errore mortifero che lo condanna sul 5-5. Anche nel secondo parziale, l’ucraino recupera, per due volte un break di vantaggio, raggiunge Monfils sul 4-4, spreca una palla set in risposta in vantaggio 4-5 e si arrende, di nuovo, al tie break, stavolta per 8-6.

16.30: Sarà John Isner a affrontare negli ottavi Nadal. In una partita senza break e scandita dalla successione dei turni di servizio, l’americano batte Troicki con un doppio 7-6. I due tie break si sono conclusi 7-4 e 7-5. Seconda vittoria di fila anche per Tsonga che regola 6-3; 6-4 Goffin. Partita lineare del francese, decisa da un break per set sul 4-3 del primo e nel game iniziale del secondo.

15.50: Solita qualificazione per Raonic che con un break nel primo set e il tie break vinto 7-4 nel secondo batte Sousa e si guadagna l’ottavo con Robredo. In mattinata, si era diffusa l’indiscrezione su un possibile ritiro del canadese a causa di un problema alla caviglia, poi, rientrato.

14.45: Federer raggiunge gli ottavi in scioltezza con il 6-2; 6-1 rifilato a Chardy. Poco da commentare, come si evince dal punteggio. Primo set in totale controllo per Federer che prende il largo con il break nel terzo game e cede appena 3 punti in risposta. Nel secondo, Roger, subito avanti di un break, si distrae e consente a Chardy di poter riequilibrare la sfida. Non ne approfitta il francese che perde di nuovo la battuta nel terzo gioco – il più combattuto della partita – e si ritrova sotto 4-1. Lontanissimo dal livello di gioco offerto nelle precedenti sfide disputate agli Internazionali e a Bercy, il francese continua a sbagliare. Emblematico il sesto game con due doppi falli e altrettanti gratuiti i quali consentono a Roger, apparso molto tonico atleticamente, di incrementare il vantaggio con un altro break che anticipa il 6-1 finale in appena 55 minuti di gioco.

14.00: Si ferma al secondo turno Fabio Fognini sconfitto 6-3; 6-4 dal miglior Dimitrov della stagione. Nel primo set, Fognini paga il break subito, a 15, nel primo turno in battuta che proietta Dimitrov sul 3-0. Il bulgaro, molto solido al servizio, annulla un’immediata opportunità per il controbreak, approfitta della poco precisione dell’azzurro sul 4-2; 0-30 e, in poco più di mezzora, arriva al 6-3. Il secondo parziale inizia come il precedente. Un altro pessimo game al servizio costa il break a Fognini. Grigor conferma il vantaggio e fallisce due occasioni, in risposta, per incrementarlo ulteriormente permettendo così al ligure di rimanere in scia. C’è poco da fare, comunque, per Fabio. Dimitrov continua a servire alla grande e il 6-4 conclusivo è il giusto premio per una convincente prestazione. Per il bulgaro, agli ottavi, c’è Wawrinka mentre Fognini, che poco ha da rimproverarsi per l’eliminazione odierna, rischia di uscire dalla top 30.

13.30: Debutto soft per Nadal che rifila un perentorio 6-2; 6-1 al qualificato francese Pouille. Avvio timido di Rafa che tiene in partita l’avversario fino al 2-2 del primo set. Da lì è un monologo dell’iberico che, in scioltezza, vince i successivi 4 game e ipoteca il secondo parziale con il break iniziale, incrementato nel sesto game per il 6-1 finale in poco più di un’ora di gioco. Poco da commentare. Quello odierno non è stato certo un test attendibile per verificare la condizione di Nadal.

Bianco

12.25: Terza vittoria consecutiva nel 2015 per Berdych contro Stakhovsky. Partita molto equilibrata sul Campo dei Principi animato da un manipolo di tifosi ucraini piuttosto rumorosi. Primo set deciso da un break, a 15, sul 5-4. Nel secondo dominano i servizi fino al tie break dominato dal ceco 7-2

11.55: Positivo esordio per il detentore del titolo Stan Wawrinka. L’elvetico supera 6-1; 6-4 Juan Monaco. C’è stata partita solo nel secondo set, nel quale Stan cala d’intensità ed è costretto, due volte, a rimontare un break di vantaggio per poi staccare l’avversario sul 4-4. Tutto facile anche per Robredo che, nel derby spagnolo, lascia due game a Granollers.

Atp Montecarlo 2015 | Risultati 15 aprile

Wawrinka b. Monaco 6-1; 6-4
Nadal b. Pouille 6-2; 6-1
Federer b. Chardy 6-2; 6-1
Tsonga b. Goffin 6-3; 6-4
Berdych b. Stakhovsky 6-4; 7-6
Dimitrov b. Fognini 6-3; 6-4
Raonic b. Sousa 6-3; 7-6(4)
Monfils b. Dolgopolov 7-6; 7-6(6)
Robredo b. Granollers 6-1, 6-1
Simon b. Paire 6-4; 7-5
Isner b. Troicki 7-6; 7-6
Bautista Agut b. Kohlschreiber 6-7; 6-3; 7-6(4)

Bianco

Atp Montecarlo 2015 | Programma 15 aprile

Atp Montecarlo 2015. Federer e Nadal sono le attrazioni principale del programma di mercoledì 15 aprile del Masters monegasco che prevede 12 partite di secondo turno per allineare il tabellone agli ottavi.

Sul Centrale si comincia, di nuovo, alle 10.30 con l’esordio del campione in carica, Stan Wawrinka opposta a Juan Monaco, avversario tutt’altro che malleabile sul rosso per l’elvetico, reduce dalle deludenti eliminazioni nei Masters americani contro Haase e Mannarino. La sfida è incrociata con quella tra Fognini e Dimitrov, prevista sul Campo dei Principi alle 12 circa. Per Fabio un ottimo test dopo il facile esordio con Janowicz. Nonostante il ranking sfavorevole, l’azzurro non parte certo battuto. Grigor non sta eccellendo in continuità in questa stagione e la faticaccia di ieri con Verdasco può averlo stancato.

Alle 12.30, Nadal inizia il cammino verso il nono titolo a Montecarlo contro il qualificato francese Pouille. Non dovrebbero esserci problemi per Rafa che torna sull’amata terra monegasca dopo la non esaltante parentesi sul cemento americano. Agli ottavi, per Nadal, uno tra Isner e Troicki. A seguire, intorno alle 14, Federer ritrova Chardy a quasi un anno di distanza dal match di primo turno degli Internazionali vinto dal francese al terzo set. Prima di quello odierno, c’è stato un altro confronto tra i due sul veloce di Parigi Bercy, lo scorso autunno, con Roger, stavolta, vincitore, non senza fatica, 6-4 nel parziale decisivo. E’ l’esordio stagionale per l’elvetico sulla terra, fattore che, unito ai precedenti tribolati, lascia presagire un debutto non semplice alla stregua del possibile ottavo con Monfils o Dolgopolov.

Chiudono il programma sul Centrale, Tsonga e Goffin che si sfidano per l’ottavo contro Cilic. Debuttano anche per altre due teste di serie, Raonic e Berdych, possibili outsider nelle fasi finali del torneo. Per il canadese c’è il terraiolo Sousa. Tomas, invece, incontra per la terza volta in tre mesi, Stakhovsky, sconfitto sia a Dubai che Indian Wells.

Bianco

Ultime notizie su ATP Tour

Tutto su ATP Tour →