Undicenne muore per un malore dopo una partita di volley

La pallavolista di Finale Ligure si è sentita male dopo un incontro ed è stata condotta all’ospedale di Rivoli dove è deceduta ieri sera

Si chiamava Alessia, aveva undici anni e come tante sue coetanee sognava di diventare una campionessa della pallavolo, ma ieri sera, la bambina che ieri aveva preso parte con le compagne del Volley Finale al torneo Pasqua sotto rete organizzato dal Parella si è sentita male dopo cena.

Un malore che non ha ancora spiegazioni, ma che è stato affrontato con tempestività dai dirigenti della squadra ligure ospitata in un hotel di Rivoli, comune dell’hinterland torinese. Fra i dirigenti della squadra c’era anche la madre della bambina. Si è tentato il tutto per tutto, la bambina è stata condotta in autoambulanza all’ospedale di Rivoli dove è deceduta dopo l’arrivo.

Gianluca Facchini, organizzatore del torneo Pasqua sotto rete ha detto di voler sospendere il torneo al quale prendono parte 1400 bambini e ragazzi di età compresa fra gli 11 e i 16 anni:

Un dramma che da uomo di sport non avrei mai neanche potuto ipotizzare. La notizia ci è giunta immediatamente e ci ha lasciato stravolti. Abbiamo comunicato al presidente del club ligure e alla famiglia della ragazzina la nostra decisione di interrompere subito il torneo. Con la morte nel cuore non so come potremmo proseguire. Però la stessa famiglia ci ha chiesto di andare avanti. Stamattina – aggiunge Facchini – decideremo anche con gli altri dirigenti cosa fare. Certo è che parlare di sport in questi attimi diventa molto difficile. Come sarà un compito arduo spiegare agli altri giovani qui presenti che la morte è venuta a bussare ad una manifestazione che ha la gioia come inno e come motto,

ha dichiarato l’organizzatore.

Nella notte il presidente della Volley Finale ha raggiunto la squadra nel ritiro di Rivoli. Sulle cause del malore verranno effettuati degli accertamenti.

Via | Il Secolo XIX

I Video di Blogo