Tre Giorni di La Panne 2015: Wiggins vince la sua ultima crono. A Kristoff la generale

Incredibile finale della prima semitappa di oggi con arrivo praticamente alla pari di Alexander Kristoff e André Greipel.

Alexander Kristoff del Team Katusha ha conquistato la Tre Giorni di La Panne 2015 praticamente dominandola, vincendo tutte e tre le tappe in linea, le prime due più la semitappa di oggi, e riuscendo a non perdere troppo nella crono conclusiva che si è aggiudicato Bradley Wiggins, il campione del mondo in carica in questa specialità, che ha già annunciato il ritiro dalle corse su strada subito dopo la Parigi-Roubaix (in programma il 12 aprile). Quella di oggi, dunque, è stata la sua ultima crono (salvo ripensamenti) e ha chiuso alla grande, come ci si aspetta da un grande campione come lui, ossia vincendola. Dietro di lui si sono piazzati Stefan Küng della BMC e poi proprio Kristoff, che ha confermato la sua straordinaria forma.
Il podio finale della Tre giorni di La Panne vede Kristoff davanti a Stijn Devolder della Trek e Wiggins.

La prima semitappa di oggi ha avuto una conclusione assurda, una volata in cui Alexander Kristoff e Andrea Guardini dell’Astana sono partiti per primi, ma l’italiano non è riuscito a reggere fino al traguardo, mentre il norvegese sì ed è stato anche capace di non farsi superare da André Greipel della Lotto Soudal in netta rimonta. La vittoria di Kristoff è stata decretata dal fotofinish per soli tre millesimi, vale a dire nemmeno un millimetro, infatti dall’immagine i due sembrano in assoluta parità. Lo stesso Kristoff durante le interviste post-tappa diceva che sarebbe stato il caso di decretare l’arrivo a pari merito. Ad ogni modo con questa vittoria il norvegese eguaglia il belga Eric Vanderaerden nel 1987 vinse tutte e tre le tappe della Tre giorni di La Panne.

Nella prima semitappa c’è da registrare anche la buona prova di Sacha Modolo, che ha chiuso al terzo posto davanti a Guardini, mentre Mirko Tedeschi della Southeast e Mattia Pozzo della Nippo-Vini Fantini anche oggi sono stati protagonisti della fuga di giornata, partita intorno al 20° chilometro e animata anche dal compagno di Tedeschi Eugert Zhupa, Pim Ligthart della Lotto Soudal, Morgan Lamoisson del Team Europcar, Troels Vinther della Cult Energy, Kenny De Ketele della Topsport Vlaanderen-Baloise, Jay Robert Thomson della MTN-Qhubeka, Kevin Van Melsen della Wanty-Groupe Gobert, Tim Kerkhof della Roompot Oranje Peloton, Timothy Stevens della Vastgoedservice-Golden Palace, Emiel Vermeulen del Team 3M, Antoine Warnier della Wallonie-Bruxelles. Questi tredici battistrada hanno avuto un vantaggio massimo di circa un minuto e mezzo, il gruppo ha cercato di non farli allontanare troppo anche perché la distanza da percorrere era di soli 111 km e senza particolari difficoltà altimetriche. L’unico che ha cercato di resistere fino alla fine è stato Van Melsen, che a 6,5 km dall’arrivo, vedendo il plotone ormai vicino, ha cercato di fuggire da solo all’inizio dell’ultimo giro, ma anche lui è stato ripreso e negli ultimi due chilometri nel gruppo compatto è cominciata la lotta per le posizioni migliori per i velocisti. La volata finale si è conclusa con il trionfo di Kristoff al fotofinish.

Stamattina non sono partiti per la prima semitappa Luca Paolini del Team Katusha, Filippo Pozzato della Lampre-Merida, Jasper Stuyven della Trek, Matthew Brammier della MTN-Qhubeka e Jens Keukeleire dell’Orica GreenEdge, mentre altri undici corridori si sono ritirati durante il percorso, sfruttando evidentemente la semitappa come una sorta di allenamento in vista del Giro delle Fiandre di domenica.

Questi i primi dieci della prima semitappa di oggi, tutti con lo stesso tempo di Kristoff:

    1) Alexander Kristoff (Team Katusha) 2h 28′ 26″
    2) André Greipel (Lotto Soudal)
    3) Sacha Modolo (Lampre-Merida)
    4) Andrea Guardini (Astana)
    5) Jakub Mareczko (Southeast)
    6) Raymond Kreder (Roompot Oranje Peloton)
    7) Dylan Groenewegen (Roompot Oranje Peloton)
    8) Marc Sarreau (FDJ)
    9) Enrique Sanz (Movistar)
    10) Antoine Demoitie (Wallonie-Bruxelles)

E questi i primi dieci della seconda semitappa conclusiva, la cronometro individuale:

    1) Bradley Wiggins (Team Sky) 17′ 49″
    2) Stefan Küng (BMC) +10″
    3) Alexander Kristoff (Team Katusha) +18″
    4) Guillaume Van Keirsbulck (Etixx-Quick Step) +18″
    5) Stijn Devolder (Trek) +19″
    6) Jesse Sergent (Trek) +28″
    7) Luke Durbridge (Orica GreenEdge) +31″
    8) Julien Vermote (Etixx-Quick Step) +34″
    9) Yves Lampaert (TEtixx-Quick Step) +35″
    10) Jens Mouris (Orica GreenEdge) +41″

Ed ecco le prime dieci posizioni della classifica generale finale della Tre Giorni di La Panne 2015:

    1) Alexander Kristoff (Team Katusha) 12h 19′ 10″
    2) Stijn Devolder (Trek) +23″
    3) Bradley Wiggins (Team Sky) +42″
    4) Stefan Küng (BMC) +50″
    5) Sean De Bie (Lotto Soudal) +58″
    6) Lars Ytting Bak (Lotto Soudal) +59″
    7) Luke Durbridge (Orica GreenEdge) +1′ 13″
    8) Julien Vermote (Etixx-Quick Step) +1′ 16″
    9) Yves Lampaert (Etixx-Quick Step) +1′ 17″
    10) André Greipel (Lotto Soudal) +1′ 20″
Alexander Kristoff

I Video di Blogo

Video: la volata della prima tappa del Tour de France 2019