Rugby&Web – Critica l’arbitro su Twitter, deferito Care

“When you tweet… be Carefull” dev’essere stata la frase che la Federazione inglese ha pronunciato quando ha avvisato Danny Care di essere sotto inchiesta disciplinare. Il mediano di mischia dell’Inghilterra e degli Harlequins (ma allora è una mania mettersi nei guai per gli Arlecchini!) si è, infatti, lasciato andare a commenti un po’ troppo pesanti

“When you tweet… be Carefull” dev’essere stata la frase che la Federazione inglese ha pronunciato quando ha avvisato Danny Care di essere sotto inchiesta disciplinare. Il mediano di mischia dell’Inghilterra e degli Harlequins (ma allora è una mania mettersi nei guai per gli Arlecchini!) si è, infatti, lasciato andare a commenti un po’ troppo pesanti sull’arbitraggio di Wayne Barnes durante il match perso dal suo team contro Leicester venerdì sera.

“Ha intenzione di deliziarci con altre decisioni shock Wayne Barnes, pur di aiutare i padroni di casa del Leicester? – la frase incriminata, cui è seguito un secondo tweet – Wayne Barnes… vergognati! Aiuta la squadra che vuole giocare a rugby, non quella che cerca solo le punizioni”.
Insomma, un bell’attacco all’arbitro attraverso Twitter, uno dei social network più famosi e utilizzati al mondo. Un brutto gesto per uno sport che si vanta di essere diverso quando si tratta di rapportarsi con gli arbitri. Un tweet che non è passato inosservato, e ora la Federazione indagherà. Intanto, su pressione dello staff della nazionale (Care era in ritiro venerdì sera), il giocatore ha tolto i due commenti da Twitter e si è scusato con Barnes. Basterà a evitargli una multa, se non addirittura una squalifica? Difficilmente.