Silvio Berlusconi a La Stampa: “Renzi vuole andare presto al voto”

L’ex premier esclude una possibile alleanza tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle: “Non converrebbe a nessuno dei due”.


A pochi giorni dall’ultimo incontro col premier Matteo Renzi, Silvio Berlusconi spiega pubblicamente il perchè quel faccia a faccia non è andato come previsto, con Renzi che ha messo fretta al leader di Forza Italia e quest’ultimo che preferisce prendere tempo. In un’intervista a La Stampa, l’ex premier ha precisato:

Sinceramente non vedo, in quel che è successo in questi giorni, un attacco a me. Il fatto è che Renzi mi ha chiesto di cambiare gli accordi per la decima volta. Vuole introdurre una variante che favorirebbe lui e penalizzerebbe il centrodestra. […] Tutta questa fretta di Renzi, il quale vuol far passare la legge elettorale prima di cose più urgenti come i provvedimenti sul lavoro e sull’economia, è figlia di una volontà chiara: andare a votare presto.

Se il patto del Nazareno non sembra così saldo come in passato, dice Berlusconi, non è certo per colpa di Forza Italia – “Noi non vogliamo rompere il patto” – e di fronte allo spauracchio di una possibile alleanza tra PD e M5S, il leader di FI ha le idee chiare:

Un patto tra Renzi e Grillo non converrebbe a nessuno dei due, lo pagherebbero caro alle urne. Perderebbero entrambi la faccia davanti ai propri elettori.

Poi, non ci si poteva attendere altrimenti, Berlusconi è andato avanti attaccando la sinistra e l’attuale governo

Oggi non siamo in un sistema democratico. La maggioranza di sinistra è frutto anche di brogli alle urne. Gran parte dei deputati sono stati eletti con una legge elettorale dichiarata incostituzionale. Al Senato si governa con 32 cittadini che erano stati eletti per opporsi alla sinistra e che ora, invece, sostengono la sinistra. Una situazione assolutamente anomala.

Il patto del Nazareno, almeno per ora, sembra reggere, ma l’equilibrio è sempre più precario.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →