Rugby&Tv – Flop Italia: neanche la Toniolo fa alzare lo share!

Preoccupante calo d’interesse nei confronti della nazionale italiana di rugby. E’ questo uno dei segnali d’allarme che emerge dopo il primo test match novembrino disputato sabato scorso tra l’Italrugby di Nick Mallett e l’Argentina. I dati auditel, infatti, vedono un calo verticale degli ascolti rispetto a un anno fa, ovviamente escludendo l’exploit All Blacks.505.000 spettatori

Preoccupante calo d’interesse nei confronti della nazionale italiana di rugby. E’ questo uno dei segnali d’allarme che emerge dopo il primo test match novembrino disputato sabato scorso tra l’Italrugby di Nick Mallett e l’Argentina. I dati auditel, infatti, vedono un calo verticale degli ascolti rispetto a un anno fa, ovviamente escludendo l’exploit All Blacks.

505.000 spettatori per uno share del 3,87% il risultato del Cariparma Test Match di sabato su La 7, l’emittente analogica e digitale che trasmetteva la partita in chiaro. Un risultato che stona se confrontato con quello di 12 mesi fa a Udine, quando arrivò il Sud Africa (744.000 spettatori, 6,12% di share), ma anche con la sfida “minore” contro le Isole Samoa (735.000, 5,89%) Insomma, l’effetto simpatia sembra essere svanito, a un anno di distanza l’affaire All Blacks ha finito il suo lavoro e non ha lasciato attaccato nulla.
Un dato ancora più nero se paragonato all’esordio nell’ultimo Sei Nazioni, quando l’Italia ovale andò su La 7, ma in differita. In quella occasione, infatti, furono 589.000 gli spettatori pari al 3.8% di share.
E non bastano cheerleaders, vallette e karaoke a salvare la situazione. Perché, come canta un artista tornato tristemente in auge ultimamente, quel che conta è il rugby… tutto il resto è noia.

I Video di Blogo