Come cambia la Legge Severino

Il caso De Magistris apre una breccia: è giusto sospendere anche dopo una condanna in primo grado?

La Legge Severino si appresta a cambiare. Un tema molto delicato, visto che è proprio questa legge ad aver portato alla celebre decadenza di Berlusconi dalla carica di senatore e alla successiva incandidabilità. In quel caso fu una sentenza di condanna definitiva a far scattare le misure, che sono però scattate (seppur come sospensione) anche in seguito alla condanna in primo grado del sindaco di Napoli De Magistris, che è stato quindi sospeso dalla carica salvo venire poi reintegrato dal Tar, che ha deciso anche di rivolgersi alla Corte Costituzionale per avere un giudizio su questa legge.

Cosa cambia nella legge Severino, allora? Il punto centrale, e che potrebbe avere profili di incostituzionalità, è la disparità di trattamento tra politici locali (che vengono sospesi dopo il primo grado di giudizio) e politici nazionali ed europei (che vengono “cacciati” dopo la conferma definitiva della condanna). Una palese discrasia alla quale si cercherà di mettere una pezza attraverso un disegno di legge che dovrebbe fare entro breve fare la sua comparsa in Parlamento.

Non basterà una condanna in primo grado (a cui può sempre seguire un’assoluzione in via definitiva) per venire sospesi, mentre tutto resterà uguale nel caso di condannati in via definitiva. Il che dovrebbe bastare per evitare che inizino a circolare teorie complottiste sul Patto del Nazareno e la possibilità che venga annullata la sospensione di Berlusconi. La norma cambierà solo per gli amministratori locali. Le modifiche potrebbero arrivare anche in tempi brevi, in modo da evitare il ricorso alla Corte Costituzionale, che in caso di bocciatura mettere a repentaglio l’intero impianto.

Si cercherà anche di fare chiarezza sull’aspetto della retroattività, che Berlusconi contestò fortemente (“Non c’era la legge Severino all’epoca dei fatti per cui sono stato condannato, per cui non dovrei subirne gli effetti”) e che anche De Magistris, con sfumature diverse, reputa non corretta. Nelle modifiche che sono allo studio, quindi, si introdurrà una voce per chiarire che la legge si applica per il presente e per il passato, qualora si debba vagliare una candidatura o far decadere chi già si trova all’interno delle istituzioni. Gli spiragli per provare a procedere oltre nelle modifiche della legge sono molto stretti, ma ciò non toglie che Forza Italia proverà a incunearsi per cambiare le cose, come ha già preannunciato Giovanni Toti facendo sapere che “la legge Severino dovrebbe essere cancellata”.

Italy's justice minister Paola Severino

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →