Champions League volley maschile 2015: Piacenza e Treia fuori a testa alta

Lo Zenit Kazan non aveva perso neanche un set fino a oggi, ma Piacenza è riuscita a rubargliene due.

Non ce l’hanno fatta Copra Piacenza e Cucine Lube Treia a compiere l’impresa che era necessaria per andare avanti in Champions League dopo le sconfitte casalinghe nelle partite di andata dei Playoff 12, eppure non si può dire che il coraggio sia mancato. Soprattutto nel caso di Piacenza, che ha salutato la massima competizione europea a testa altissima, riuscendo a vincere due set in casa dello Zenit Kazan che finora non aveva mai ceduto neanche un parziale.

Considerate le difficoltà economiche della società, i giocatori sono stati eroici nell’insistere fino al quinto set per provare a ottenere una vittoria che sarebbe stata comunque inutile ai fini della qualificazione, perché il Kazan era sicuro dell’accesso ai Playoff 6 dopo la vittoria del terzo set. Invece Piacenza l’ha costretta a un interminabile quarto set (30-32) e poi al tie-break.

Eppure la partita sembrava già chiusa dopo il primo set, o meglio, nel primo parziale è stato il match che tutti si aspettavano, con il Piacenza vittima sacrificale ormai completamente spacciata e non in grado di reagire. Anche lo Zenit si è illuso che potesse essere tutto facile, invece non è stato affatto così, perché dopo aver ceduto di schianto nel primo set (25-13), Piacenza si è subito riscattata andando a vincere il secondo ai vantaggi (24-26). A questo punto il Kazan, a un set dalla qualificazione, ha capito di non potersi cullare contro la caparbietà della squadra italiana e ha giocato come sa nel terzo parziale (25-14), ma di nuovo nel quarto ha dovuto affrontare la reazione d’orgoglio degli ospiti e infine la squadra russa è riuscita a imporsi al tie-break perché una sconfitta, seppure in cinque set e a qualificazione già in tasca, per gli uomini di Alekno sarebbe stata una figuraccia considerato il dominio totale espresso finora in Champions League.

Anche della Cucine Lube Treia non si può dire che non ci abbia provato a compiere un miracolo ed è partita abbastanza bene in Polonia riuscendo a trascinare fino ai vantaggi nel primo set i padroni di casa del PGE Skra Belchatow che tuttavia si sono imposti 26-24. I biancorossi però sono riusciti a fare proprio il secondo set per 25-19 e anche nel terzo set hanno lottato strenuamente per cercare di recuperare, ma i polacchi sono riusciti a vincere 25-22 ottenendo così la qualificazione matematica. Poi nel quarto set il Belchatow ha mantenuto una distanza di sicurezza dalla Lube restando sul +3 per gran parte del tempo e chiudendo infine sul 25-21.

Ora Piacenza e Treia non possono fare altro che concentrarsi sul campionato dove i piacentini cercano disperatamente di rientrare nella zona playoff, mentre i campioni d’Italia in carica sono ancora in corsa per riconfermarsi.

Ecco i risultati dei Playoff 12 per Piacenza e Lube Treia:

Andata
Cucine Lube Treia – PGE Skra Belchatow 0-3 (22-25, 19-25, 13-25)
Copra Piacenza – Zenit Kazan 0-3 (22-25, 22-25, 19-25)

Ritorno
PGE Skra Belchatow – Cucine Lube Treia 3-1 (26-24, 19-25, 25-22, 25-21)
Zenit Kazan – Copra Piacenza 3-2 (25-13, 24-26, 25-14, 30-32, 15-10)

Foto © CEV

Ultime notizie su Champions League Pallavolo Maschile

Tutto su Champions League Pallavolo Maschile →