Vuelta 2012 – Contador si prende la maglia rossa, crolla El “Purito” Rodriguez

Solo i veri conoscitori del ciclismo potevano immaginare un ribaltone così repentino nella classifica della Vuelta 2012. Joaquin Rodriguez era apparso imbattibile, il catalano sembrava capace di rintuzzare tutti gli attacchi passando indenne anche nei tapponi di montagna più impegnativi ai tentativi di Contador e Valverde di scalfire la sua leadership. Il crollo, inatteso ed

di

Solo i veri conoscitori del ciclismo potevano immaginare un ribaltone così repentino nella classifica della Vuelta 2012. Joaquin Rodriguez era apparso imbattibile, il catalano sembrava capace di rintuzzare tutti gli attacchi passando indenne anche nei tapponi di montagna più impegnativi ai tentativi di Contador e Valverde di scalfire la sua leadership. Il crollo, inatteso ed inaspettato, è arrivato nella 17° Tappa fra Santander e Fuente Dé. Decisiva la fuga di Contador (insieme ad un gruppo di una decina di corridori) sulla salita del Collado La Hoz.

Rodriguez ha perso contatto e si è ritrovato solo, senza alcun aiuto a disposizione, unico compagno della Movistar era Valverde, suo rivale in classifica. Quando il fuggitivo ha staccato gli altri ad inseguirlo c’era soltanto proprio il solito Valverde (nelle prime battute più prudente): una volta capito che il leader della corsa era in crisi ha attaccato mettendosi all’inseguimento di Contador e riuscendo ad arrivare a soli sei secondi dal vincitore della tappa e nuova maglia rossa.

Valverde ora è secondo in classifica generale con 1 minuto e 52 secondi di ritardo da Contador mentre Rodriguez si ritrova a 2.28 dal nuovo leader. La situazione arride al corridore della Saxo Bank-Sungard ed il suo ritorno in gara dopo la squalifica per doping si potrebbe trasformare in un’altra vittoria in un grande giro.

Ultime notizie su Doping

Tutto su Doping →