Champions League volley maschile 2015: Piacenza, il carattere non basta. Ko casalingo con il Kazan

Troppo forte lo Zenit Kazan che vince a Piacenza in tre set.

La Copra Piacenza purtroppo è un po’ la vittima sacrificale dello Zenit Kazan in questi Playoff 12 della Cev Champions League. Probabilmente lo sarebbe stata qualsiasi altra squadra visto quello che la corazzata russa ha combinato nella fase a gironi, dove non ha mai ceduto neanche un punto portando sempre a casa vittorie nette senza andare mai al tie-break.

Questa sera Piacenza è tutto sommato riuscita a tenere testa agli ospiti. Alla vigilia ci si poteva immaginare anche un distacco di punti maggiore, invece i biancorossi sono riusciti, soprattutto nei primi due set, a stare sempre appiccicati allo Zenit che poi però nel finale di ogni parziale ha fatto prevalere la sua evidente superiorità tecnica.

Nel primo set le due squadre hanno lottato punto a punto fino all’11-12, poi lo Zenit ha trovato il break di vantaggio ed è arrivato sul +2 al secondo time-out tecnico (14-16) e in seguito si è anche spinto a tratti fino al +3, ma Piacenza bene o male è sempre stata lì e anche quando i russi hanno guadagnato quattro set-point, Zlatanov e compagni ne hanno annullati due prima che gli avversari chiudessero sul 22-25.

Il secondo set è stato molto simile, tanto equilibrio almeno fino al secondo time-out tecnico (Zenit avanti sia alla prima sia alla seconda pausa obbligatoria di un solo punto), poi i russi hanno trovato un break sul 15-17, ma Piacenza si è rifatta sotto (18-19). Nel finale però gli ospiti si sono rimboccati le maniche, hanno conquistato cinque palle-set, Poey, Zlatanov e un muro di Alletti e Tencati ne hanno annullate tre, ma Sivozhelez ha chiuso di nuovo sul 22-25.

Nel terzo set invece l’equilibrio è durato molto meno, Piacenza, sotto di due set, è sembrata un po’ demotivata nonostante il calore dei tifosi che hanno sostenuto i biancorossi incessantemente, cantando a squarcia gola per tutto il match. Lo Zenit è andato sul +2 al primo time-out tecnico, poi ha allungato sul +5 al secondo ed è arrivato ad avere ben sei palle-match, una sola annullata da Ter Horst prima che una diagonale di Zlatanov finisse out per il 19-25 finale.

Il ritorno si gioca a Kazan giovedì prossimo 19 febbraio.
Nel video in alto potete vedere il viaggio dello Zenit Kazan verso Piacenza.

Champions League volley maschile 2015: Playoff 12

VfB Friedrichshafen (Germania) – Asseco Resovia Rzeszow (Polonia) 2-3 (25-19, 24-26, 25-20, 17-25, 15-17)
Tomis Constanta (Romania) – Lokomotiv Novosibirsk (Russia) 0-3 (21-25, 15-25, 20-25)

Jastrzebski Wegiel (Polonia) – Sir Safety Perugia (Italia) 2-3 (25-18, 21-25, 25-27, 26-24, 11-15)
Cucine Lube Treia (Italia) – PGE Skra Belchatow (Polonia) 0-3 (22-25, 19-25, 13-25)

Copra Piacenza (Italia) – Zenit Kazan (Russia) 0-3 (22-25, 22-25, 19-25)
Halkbank Ankara (Turchia) – Belogorie Belgorod (Russia) 3-1 (25-20, 20-25, 26-24, 28-26)

Foto © CEV

Ultime notizie su Champions League Pallavolo Maschile

Tutto su Champions League Pallavolo Maschile →