Tour of Qatar 2015: a Kristoff la seconda tappa davanti a Guardini | Video

Alexander Kristoff ha vinto lo sprint a ranghi ridotti. Il vento è stato grande protagonista. Il norvegese ora è leader della classifica generale.

Alexander Kristoff del Team Katusha ha vinto la seconda tappa del Tour of Qatar 2015 strappando anche la maglia di leader della classifica generale al vincitore della prima frazione, José Joaquin Rojas della Movistar che oggi non è stato bravo come il norvegese a resistere ai ventagli e a restare nel gruppo di testa della corsa nel momento decisivo.

Tanto vento oggi lungo i 194,5 km da Al Wakra ad Al Khor Corniche e anche molti big si sono ritrovati nei guai, come Marcel Kittel della Giant-Alpecin, Bradley Wiggins del Team Sky, Arnaud Démare della FDJ (ieri terzo) e Fabian Cancellara della Trek. Bravo invece Peter Sagan della Tinkoff-Saxo che ieri, dopo una caduta, è riuscito poi a piazzarsi quarto, stessa posizione ottenuta oggi nonostante il vento. Lo slovacco è settimo in classifica generale.


La tappa di oggi ha visto il gruppo dividersi in due dopo una quarantina di chilometri, davanti sono rimasti in venticinque mentre il gruppo della maglia oro è rimasto più arretrato, ma Rojas e i suoi compagni della Movistar sono riusciti a riportarsi sui primi con un’azione decisa.

Dal gruppo di testa si sono poi staccati in cinque, ossia Greg Van Avermaet della BMC, Mathew Hayman dell’Orica GreenEdge, Jelle Wallays della Topsport Vlaanderen-Baloise, Johann Van Zyl della MTN-Qhubeka e Michael Morkov della Tinkoff-Saxo, che sono riusciti a guadagnare fino a tre minuti di vantaggio.

Il gruppo, però, ha sempre controllato il distacco e a una settantina di chilometri dall’arrivo li ha ripresi tutti, anche se via via il plotone si è sfoltito a causa dei ventagli e nei metri finali, a lottare per la vittoria allo sprint, sono rimasti solo in quindici, mentre un paio sono arrivati con sei secondi di ritardo, un altro gruppo consistente con quindici e così via. C’è anche chi ha accumulato oltre venti minuti, come Lars Boom e Lieuwe Westra dell’Astana o Alessandro De Marchi della BMC.

Allo sprint Alexader Kristoff ha lottato soprattutto con Andrea Guardini dell’Astana che alla fine si è piazzato al secondo posto, mentre Greg Van Avermaet, che era anche stato protagonista della fuga, ha chiuso in terza posizione.

I primi dieci oggi al traguardo della seconda tappa, tutti con lo stesso tempo:

    1) Alexander Kristoff (Norvegia) Team Katusha 3h 49′ 51″
    2) Andrea Guardini (Italia) Astana Pro Team
    3) Greg Van Avermaet (Belgio) BMC Racing Team
    4) Peter Sagan (Slovacchia) Tinkoff-Saxo
    5) Tom Boonen (Belgio) Etixx – Quick-Step
    6) Heinrich Haussler (Australia) IAM Cycling
    7) Adam Blythe (Gran Bretagna) Orica GreenEdge
    8) Marcus Burghardt (Germania) BMC Racing Team
    9) Jasper Stuyven (Belgio) Trek Factory Racing
    10) Ian Stannard (Gran Bretagna) Team Sky

Ed ecco i primi dieci della classifica generale:

    1) Alexander Kristoff (Norvegia) Team Katusha 7h 39′ 31″
    2) Tom Boonen (Belgio) Etixx – Quick-Step +1″
    3) Greg Van Avermaet (Belgio) BMC Racing Team +3″
    4) Andrea Guardini (Italia) Astana Pro Team +4″
    5) Niki Terpstra (Olanda) Etixx – Quick-Step +8″
    6) Marcus Burghardt (Germania) BMC Racing Team +9″
    7) Peter Sagan (Slovacchia) Tinkoff-Saxo +10″
    8) Heinrich Haussler (Australia) IAM Cycling +10″
    9) Jasper Stuyven (Belgio) Trek Factory Racing +10″
    10) Maciej Bodnar (Polonia) Tinkoff-Saxo +10″