Volley maschile, Nikola Grbic nuovo ct della Serbia

Doppio incarico per il coach della Sir Safety Perugia.

Il positivo esordio da allenatore della Sir Safety Perugia ha permesso a Nikola Grbic di guadagnarsi anche l’incarico di commissario tecnico della nazionale del suo Paese, la Serbia.

L’ex palleggiatore sta bruciando le tappe, è pur vero che anche da giocatore (quindi fino alla scorsa stagione) è sempre stato una sorta di allenatore in campo, vuoi per il suo ruolo chiave di regista, vuoi per il carattere carismatico, è sempre stato considerato un punto di riferimento per i suoi compagni di squadra.

Con Perugia si è già guadagnato la qualificazione ai Playoff 12 di Champions League, prendendo una sola partita quando ormai il passaggio del turno era in tasca. Pur essendo al suo esordio assoluto nelle coppe europee, il team dei Block Devils è stato tra i migliori nella prima fase a gironi della più importante competizione per club a livello europeo.
In Coppa Italia la Sir Safety è arrivata fino alle semifinali, mentre in campionato è una delle candidate alla vittoria finale.

Commentando il suo nuovo incarico Grbic ha detto:

“Sono molto onorato di avere questa opportunità con la nazionale della Serbia. Anche un grande onere per me che sto iniziando ora questa carriera da allenatore e ho ancora molto da imparare. Ho giocato per molto tempo tempo, ma questo è qualcosa di completamente diverso. Ora, come allenatore, devo pensare a tante altre cose, ma ho avuto la fortuna di lavorare con i migliori allenatori del mondo durante la mia carriera, quindi questo mi aiuta molto”

Grbic non ha molte possibilità di vedere e seguire i giocatori che in estate allenerà in vista degli Europei e a caccia della qualificazione olimpica, ma li conosce già molto bene, anche perché fino a pochi mesi fa alcuni erano suoi compagni di squadra:

“Conosco questi ragazzi e credo che questo sia un vantaggio. Ho giocato con molti di loro, sono bravi ragazzi, veri professionisti. Ora, devo rivedere il calendario per quest’anno, e devo parlare con gli allenatori delle nostre squadre giovanili. Non sono in Serbia in questo momento, quindi non posso avere un quadro chiaro dei nostri giovani e le prospettive”

Grbic è già pronto a lottare dalla panchina come ha sempre fatto sotto rete, infatti aggiunge:

“Una cosa è certa: come giocatore ho sempre mirato agli obiettivi più alti, come allenatore non sarò diverso”

Foto © Lega Volley