Marco Aurelio Fontana dalla mountain bike alla Strade Bianche

Il ct della nazionale di ciclismo Davide Cassani ha detto che porterà il biker alla corsa senese con una selezione di azzurri.

Marco Aurelio Fontana torna alla strada, almeno per una gara. Il biker e ciclocrossista correrà infatti la Strade Bianche in una formazione di atleti azzurri guidati dal ct della nazionale italiana Davide Cassani.

A darne la conferma è stato proprio Cassani che in questi giorni si trova a Dubai, dove sta seguendo il Dubai Tour 2015 per vedere da vicino come si comportato i ciclisti “azzurrabili”.

Ai giornalisti presenti a Dubai Cassani ha detto che è stato lui stesso a chiedere a Marco Aurelio Fontana se era disposto a disputare una corsa con la sua selezione e lui ha accettato subito e con entusiasmo e, dopo aver consultato la sua “agenda”, ossia dopo aver visto quali erano i suoi impegni con la sua squadra, la Cannondale Factory Racing, ha scelto la Strade Bianche, anche perché è la corsa che, con le sue strade sterrate, si adatta di più a un biker come lui.

Il ct Cassani si è detto sicuro che i consigli e l’esperienza di Marco Aurelio Fontana su quel terreno saranno utilissimi per i suoi compagni di squadra.
Fontana quest’anno compirà 30 anni (a ottobre) e all’Italia ha regalato una preziosa medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012 nel Cross country. Nel suo palmarès conta anche tre bronzi e tre ori mondiali e un oro, due argenti e quattro bronzi europei conquistati con la sua mountain bike.

All’inizio del post abbiamo scritto che “torna” alla strada perché di fatto i suoi esordi, da ragazzino, sono da rintracciare proprio nel ciclismo su strada, quando aveva 11 anni nella squadra S.C. Cesano Maderno, ma tre anni dopo passò alla mountain bike che non ha più lasciato.