Italia Nostra contro il parcheggio sul Pincio

Polemiche per la realizzazione del parcheggio del Pincio. Secondo i rappresentanti dell’organizzazione Italia Nostra, oltre a non risolvere i problemi delle auto in centro, metterebbe a serio rischio la falda acquifera della zona. E proprio su questi due punti l’associazione ha lanciato un appello ieri alla Casa del Cinema. Parla il presidente del consiglio provinciale,

di higgins

Polemiche per la realizzazione del parcheggio del Pincio. Secondo i rappresentanti dell’organizzazione Italia Nostra, oltre a non risolvere i problemi delle auto in centro, metterebbe a serio rischio la falda acquifera della zona. E proprio su questi due punti l’associazione ha lanciato un appello ieri alla Casa del Cinema. Parla il presidente del consiglio provinciale, Adriano Labbucci: “Nessun paese europeo fa più parcheggi nei centri storici. Questo attirerà solo più vetture”. Contrario a questo dato è l’assessore all’Urbanistica Roberto Morassut, che ha ribattuto sottolineando come il 90% dei posti verranno venduti o affittati ai residenti di Campo Marzio, in modo da pedonalizzare il Tridente”.

Carlo Ripa di Meana, presidente di Italia Nostra, ha comunque chiesto la sospensione immediata dei lavori: “E’ sufficiente dire che la Sac, ditta incaricata, verrà pagata solo alla conclusione per cui ha sicuramente più interesse a fare alla svelta che non a tutelare il patrimonio archeologico”.

fonte | Corriere Roma