Algeria, ritrovato il corpo del francese decapitato dagli jihadisti dell’Isis

Dopo oltre tre mesi di ricerche, il corpo sepolto e senza testa è stato scoperto poco distante da dove l’uomo era stato ucciso

[iframe width=”590″ height=”350″ src=”//www.youtube.com/embed/b8mWd18Him4″ frameborder=”0″]

E’ stato ritrovato il corpo di Hervé Gourdel, la guida alpina francese decapitata lo scorso settembre da un gruppo jihadista dell’Isis.

Dopo oltre tre mesi di ricerche, il corpo sepolto e senza testa è stato scoperto da soldati dell’esercito algerino sul monte Akbil, a 160 km a sud est di Algeri, poco distante da dove Gourdel, 55 anni, era stato rapito dagli uomini di Jund al-Khilafa, I Soldati del Califfato, che hanno giurato fedeltà allo Stato Islamico.

L’esercito algerino aveva ripreso ieri sera le ricerche del corpo della vittima dopo che un terrorista catturato nel sud del Paese aveva fornito indicazioni utili al ritrovamento del corpo. Alle ricerche hanno partecipato un copro d’elite specializzato nella lotta al terrorismo di oltre 3 mila unità  e unità cinofile. Sul posto è arrivata una squadra dell’istituto di criminologia della gendarmeria nazionale francese per eseguire le analisi necessarie a confermare l’identità del corpo.

Hervé Gourdel era stato costretto dai rapitori a chiedere al presidente Francois Hollande, in un video trasmesso su Internet, di fermare i raid aerei in Iraq.
Al rifiuto dell’Eliseo di trattare con i terroristi è seguito l’orrendo omicidio mediante decapitazione.

Algeria, jihadisti dell’Isis decapitano un cittadino francese

24 settembre 2014
Il gruppo jihadista algerino sostiene lo Stato Islamico: ieri aveva dato alla Francia un ultimatum di 24 ore

La notizia è comparsa improvvisamente su twitter e poi su alcuni canali di comunicazione specifici utilizzati dai jihadisti: un ostaggio francese (accusato di essere una spia) è stato decapitato da alcuni jihadisti che si dicono sostenitori ed anzi membri dello Stato Islamico, in Algeria.

A dare la notizia per primo è stata l’agenzia France Press.

La conferma potrebbe arrivare direttamente da questo tweet, che contiene alcuni frame del video che sarebbe stato girato con l’esecuzione:

 

Stiamo cercando di verificare l’identità dell’ostaggio ucciso: si tratterebbe di Herve Gourdel, ieri comparso in un altro video dei jihadisti algerini, che chiedevano al governo di Parigi la fine dei bombardamenti sui “fratelli” in Siria e Iraq, dando un ultimatum di 24 ore.

Il gruppo jihadista algerino Jund al-Kilafa aveva rapito Hervé Pierre Gourdel, 55 anni di Nizza, il 21 settembre scorso: accusato di essere una spia, la madre di Gourdel aveva spiegato nei giorni scorsi che l’uomo era in Algeria per effettuare un percorso di trekking di una decina di giorni nel massiccio montuoso del Djurdjura.

Se le immagini vossero verificate e giudicate attendibili sarebbe questo un vero e proprio atto di disubbidienza dei jihadisti a quanto ingiunto di recente dal Califfato, che ha chiesto di non mostrare nei video le immagini delle decapitazioni (sopratutto degli ostaggi) perchè potrebbero rivelarsi controproducenti.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd