Agguato a Pizzoni: il 19enne Filippo Ceravolo in fin di vita

Ancora un agguato nel Vibonese: Filippo Ceravolo è stato raggiunto da due pallettoni alla testa. Indagano i carabinieri di Vazzano e Serra San Bruno.

di remar

Aggiornamento 27/10 – Filippo Ceravolo non ce l’ha fatta, il 19enne è deceduto la scorsa notte nell’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. Presso gli investigatori si fa strada l’ipotesi che il giovane sia stato ucciso per errore, l’obiettivo dei killer sarebbe stato un 27enne già noto alle forze dell’ordine che si trovava con Ceravolo in macchina al momento dell’agguato.

Sono gravissime le condizioni di Filippo Ceravolo, il 19enne rimasto vittima di un agguato nella tarda serata di ieri a Pizzoni (Vibo Valentia). Il giovane è stato raggiunto da due colpi di arma da fuoco alla testa, sembra pallettoni, e trovato a terra sul ciglio di un dirupo, alla periferia della città. Al loro arrivo i carabinieri hanno avvisato subito il 118 e notato in una scarpata una Fiat Punto risultata di proprietà di un 22enne. Si trovava con la vittima al momento dell’agguato?

Ceravolo, originario di Soriano Calabro, è ricoverato nell’ospedale Jazzolino di Vibo, sottoposto a tac, ci sarebbero poche speranze di salvarlo, il giovane è in fin di vita scrive Gazzetta del Sud. Il vibonese e la zona delle pre serre sono teatro da mesi di una recrudescenza della guerra di ‘ndrangheta che da anni vede contrapposti i clan della zona.

Gli ultimi episodi che gli investigatori inquadrano nella faida il mese scorso con due omicidi a distanza di tre giorni l’uno dall’altro.

Foto | ©TMNews

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →