California: a processo Ernest Nelson, accusato di furto e vendita di parti del corpo di cadaveri della Scuola di Medicina della UCLA

Aveva messo in piedi un bel business Ernest Nelson. In pochi anni, stando all’ accusa, ha guadagnato infatti qualcosa come 1,5 milioni di dollari. La sua attività consisteva nell’ acquistare parti di cadaveri umani e rivenderli a ospedali e istituti di ricerca. Tutto inizia 10 anni fa. Nelson riesce ad avere un contatto importante alla

di remar


Aveva messo in piedi un bel business Ernest Nelson. In pochi anni, stando all’ accusa, ha guadagnato infatti qualcosa come 1,5 milioni di dollari. La sua attività consisteva nell’ acquistare parti di cadaveri umani e rivenderli a ospedali e istituti di ricerca. Tutto inizia 10 anni fa. Nelson riesce ad avere un contatto importante alla Scuola di Medicina della UCLA. È Henry Reid, all’ epoca, direttore del programma di ricerca sui cadaveri. I due si mettono d’ accordo e inizia questa compravendita di parti di cadavere.

Reid gli procura la materia prima – presso i laboratori e sale autoptiche della Scuola di Medicina – e Nelson la consegna a domicilio ai suoi clienti. Per il suo legale Nelson è un rispettabile uomo d’ affari e le transazioni economiche avvenute tra lui e Reid sono da considerarsi legittime.

Il procuratore distrettuale Marisa Zarate ha replicato ricordando che che l’ ex direttore della Scuola di Medicina ha racimolato 43.000 $ da questa sua seconda attività. Soldi finiti nelle sue tasche e non in quelle dell’ Univeristà che era all’ oscuro di tutto.

Foto | Flickr


In più Reid aveva redatto e consegnato a Nelson una lettera che era il suo lasciapassare in cliniche, aziende sanitarie e istituti di ricerca. Tutti e due furono arrestati nel 2004 e rilasciati in attesa del processo.

Reid si è poi dichiarato colpevole ed è stato condannato a più di 4 anni di prigione. Nelson ora ne rischia almeno 6 per furto aggravato, appropriazione indebita ed evasione fiscale.

Foto | Flickr