Gaza, Israele apre un’inchiesta

Le forze armate israeliane giocano d’anticipo per evitare un’inchiesta della Corte Penale Internazionale

L’esercito israeliano ha aperto un’inchiesta penale in merito a due episodi verificatisi nella guerra nella Striscia di Gaza, due vicende che hanno causato vittime civile fra i palestinesi. Altri sette casi sono stati archiviati, mentre per altri tre non è ancora stata presa una decisione.

I due casi al vaglio degli inquirenti sono l’uccisione di quattro bambini che si trovavano su di una spiaggia di Gaza e il bombardamento di una scuola delle Nazioni Unite che lo scorso 25 luglio ha causato la morte di 14 persone, fra cui quella di persone che avevano cercato rifugio nell’edificio. Quest’ultimo episodio è stato segnalato da human Rights Watch che ha sottolineato l’arbitrarietà dell’attacco: non vi erano infatti segnali del fatto che si trattasse di un bersaglio militare.

Secondo le stime dell’Onu le vittime palestinesi del conflitto iniziato l’8 luglio e concluso il 26 agosto sarebbero 2100: fra queste tre quarti sarebbero civili. Un bilancio trenta volte più pesante rispetto a quello degli israeliani che nei cinquanta giorni di conflitto hanno perso 66 soldati e subito sei perdite fra i civili.

Nonostante Israele abbia detto di avere fatto di tutto per evitare le vittime civili, l’entità dei massacri perpetrati nelle fra luglio e agosto nella striscia di Gaza ha sollevato l’indignazione e la condanna dell’opinione pubblica internazionale.

Secondo alcuni osservatori internazionali, l’indagine sarebbe solamente una strategia di Israele per evitare che sui due fatti venga aperta un’inchiesta internazionale.

Secondo l’esperto di diritti umani Noura Erakat, Israele

sta cercando di far diminuire il controllo internazionale. In particolare, vuole evitare una potenziale indagine della Corte penale internazionale. Non ci sono prove che confermino che l’indagine rispetti gli standard internazionali, quindi non dovrebbe essere accolta.

Anche due organizzazioni israeliane per i diritti umani, Yesh Din e B’Tselem, guardano con scetticismo a un’inchiesta delle forze armate, ritenendo deficitari la trasparenza e il metodo degli inquirenti.

Benjamin Netanyahu Attends Hanukkah Candlelighting Ceremony In Rome

I Video di Blogo