Clinica Santa Rita di Milano, condannato l’ex primario Brega Massone a 15 anni e sei mesi

L’ex primario Pier Paolo Brega Massone della clinica Santa Rita di Milano (ora Istituto Clinico Città Studi) è stato condannato a 15 anni e sei mesi di carcere per aver eseguito presunti interventi inutili al fine di gonfiare i rimborsi da parte del servizio sanitario nazionale. I giudici hanno dichiarato Brega Massone “interdetto in via

L’ex primario Pier Paolo Brega Massone della clinica Santa Rita di Milano (ora Istituto Clinico Città Studi) è stato condannato a 15 anni e sei mesi di carcere per aver eseguito presunti interventi inutili al fine di gonfiare i rimborsi da parte del servizio sanitario nazionale.

I giudici hanno dichiarato Brega Massone “interdetto in via perpetua dai pubblici uffici”, e l’ex primario è stato interdetto anche per 5 anni dalla professione medica.

In un certo senso gli è ‘andata di lusso’: infatti per lui i pm Grazia Pradella e Tiziana Siciliano avevano chiesto 21 anni di reclusione. Fabio Pietro Presicci e Marco Pansera inoltre sono stati condannati a 10 anni e 6 anni e nove mesi di carcere.

Il legale di Brega Massone, Luigi Fornari, ha riportato le sue parole:

“Sono il capro espiatorio di una situazione più ampia”

Già annunciato il ricorso in Corte d’Appello e anche in Cassazione.

Continua a leggere su Milano 2.0.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia