Sport&Salute – “All Blacks don’t cry”, John Kirwan e la sua battaglia contro la depressione

John Kirwan, la leggendaria ala degli All Blacks, ha combattuto un male più nero della sua maglia. La depressione, che lo ha colpito proprio negli anni d’oro della sua carriera di rugbista e che è stata a un passo dal vincerlo. Perché gli All Blacks non piangono e non chiedono aiuto. Questo credeva John, ma

John Kirwan, la leggendaria ala degli All Blacks, ha combattuto un male più nero della sua maglia. La depressione, che lo ha colpito proprio negli anni d’oro della sua carriera di rugbista e che è stata a un passo dal vincerlo. Perché gli All Blacks non piangono e non chiedono aiuto. Questo credeva John, ma quando ha avuto il coraggio e la forza di chiedere aiuto ha scoperto che questo non è un segno di debolezza. Anzi.

La storia di John Kirwan, la sua battaglia, le sue paure e il suo ritorno alla vita sono diventate un progetto per aiutare chi soffre di questa malattia e sono raccontate in un cortometraggio (in inglese) diretto da Julian Shaw, che impersona anche il giocatore. Una biografia a immagini (e un’autobiografia di Kirwan) che vuol essere di più della semplice testimonianza di un campione e che pubblichiamo oggi, Depression day, giornata dedicata proprio alla depressione. Vuol essere un appello a chiunque, nel mondo, soffre di depressione. Si può combattere e si può vincere. Ma per farlo non bisogna essere soli e non si deve aver paura di chiedere aiuto. O di piangere. Perché anche un All Black può piangere.