Ucciso a sprangate a Milano: al via il processo con rito abbreviato

E’ partito questa mattina a Milano il processo per l’omicidio del 19enne Abdoul Salam Guiebre, cittadino italiano nato in Burkina Faso ucciso a sprangate lo scorso 14 settembre in via Zuretti a Milano.Imputati in questo processo, che si svolgerà con rito abbreviato, sono Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio proprietari del chiosco mobile dove

E’ partito questa mattina a Milano il processo per l’omicidio del 19enne Abdoul Salam Guiebre, cittadino italiano nato in Burkina Faso ucciso a sprangate lo scorso 14 settembre in via Zuretti a Milano.

Imputati in questo processo, che si svolgerà con rito abbreviato, sono Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio proprietari del chiosco mobile dove il 19enne, in compagnia di alcuni amici, avrebbe rubato alcuni biscotti al cioccolato.

Omicidio volontario aggravato dai futili motivi è l’accusa mossa ai due, che in caso di condanna godranno dello sconto di un terzo della pena.

Per questa mattina è prevista la deposizione dei consulenti che, insieme al video diffuso qualche settimana fa, cercherà di ricostruire la dinamica esatta della tragedia.

Certo è che la famiglia del giovane chiederà un risarcimento non ancora quantificato, ma da quello che riporta il Corriere Della Sera, i due imputati avrebbero già ceduto la licenza del locale e starebbero cercando di mettere in vendita la propria casa.

Via | CronacaQui