Movimento Italia – Il pensiero di Dondi a 360 gradi

Manca meno di un anno all’appuntamento iridato, manca meno di un mese ai test match autunnali e da poco più di un mese è iniziata la nuova avventura celtica dell’Italia. Tempo di bilanci, propositi, di sguardi al passato, al presente e al futuro. Giancarlo Dondi, presidente della Federazione Italiana Rugby, li ha concessi ad Andrea

Manca meno di un anno all’appuntamento iridato, manca meno di un mese ai test match autunnali e da poco più di un mese è iniziata la nuova avventura celtica dell’Italia. Tempo di bilanci, propositi, di sguardi al passato, al presente e al futuro. Giancarlo Dondi, presidente della Federazione Italiana Rugby, li ha concessi ad Andrea Buongiovanni e alla Gazzetta dello Sport. Ecco cosa ha detto.

Celtic League – “Il salto è stato grande. Ma andava fatto e i risultati non mancheranno. Certe difficoltà (le sconfitte degli Aironi, ndr.) erano state messe in conto. Loro, in più, pagano i tanti infortuni e un calendario difficile”

Eccellenza – “Il campionato va tutelato, non può diventare un torneo riserve”

Ranking mondiale – “L’obiettivo è avere la Nazionale stabilmente tra le prime dieci”

Nick Mallett – “Ci confronteremo dopo il trittico (di novembre, ndr.). Il mercato allenatori si fa tra poco, non aspetteremo la Coppa del Mondo e la scadenza del contratto. Mallett gode di tutta la mia fiducia, ha lavorato bene. Ora serve concretizzare”

Nazionale – “Siamo maturi: abbiamo allargato il parco giocatori, con una rosa di 30 possibili titolari. Tutti disputano campionati professionistici e sono quindi abituati all’alto livello”

Situazione Flaminio – “C’è rispettare un crono-programma. Ristrutturazione per il Sei Nazioni 2012, ampliamento a 42.500 posti per l’edizione 2013. Diversamente saremo costretti a emigrare”

Test Match – “Mi aspetto almeno due vittorie. E nel conto non escludo la partita con l’Australia”

Rugby&Olimpiadi – “«Faremo sul serio (con il rugby seven, ndr.) dalla prossima stagione, utilizzando nel caso anche appoggi esterni”

Così parlò Dondi…