Grosseto: licenziata la commessa “hard”

Lavorava anche in film porno, ledendo così il buon nome ed il decoro dell’azienda. Con questa motivazione la giovane commessa di Grosseto era stata licenziata. Tutto è cominciato quando i proprietari dell’esercizio commerciale presso cui la ragazza lavorava sono venuti a sapere (non si sa come) che la loro commessa aveva una seconda attività: girare

Lavorava anche in film porno, ledendo così il buon nome ed il decoro dell’azienda. Con questa motivazione la giovane commessa di Grosseto era stata licenziata.

Tutto è cominciato quando i proprietari dell’esercizio commerciale presso cui la ragazza lavorava sono venuti a sapere (non si sa come) che la loro commessa aveva una seconda attività: girare film a luci rosse. Dopo essersi accertati che l’attrice fosse proprio lei l’hanno licenziata.

Ma la ragazza non ci sta. Trova le motivazioni inconsistenti e si rivolge al tribunale dove vince il primo “round” della battaglia legale. Il giudice infatti ha condannato al pagamento di una multa i titolari dando ragione alla dipendente.

I Video di Blogo