Milano: gioielliere picchiato a sangue spara e ferisce gravemente uno dei rapinatori

E’ di due feriti, di cui uno grave, il bilancio della rapina avvenuta questa mattina nella gioielleria di viale Piave a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano.In un primo momento uno dei tre rapinatori è entrato nel locale e chiesto al proprietario di mostrargli un orologio: quando quest’ultimo si è chinato per prenderlo, il bandito


E’ di due feriti, di cui uno grave, il bilancio della rapina avvenuta questa mattina nella gioielleria di viale Piave a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano.

In un primo momento uno dei tre rapinatori è entrato nel locale e chiesto al proprietario di mostrargli un orologio: quando quest’ultimo si è chinato per prenderlo, il bandito l’ha colpito in testa con una pistola giocattolo, dando inizio alla rapina.

Sono così entrati in scena anche i suoi due complici ed è iniziato il pestaggio, ma il gioielliere è stato così scaltro da riuscire a tirar fuori la sua pistola, regolarmente registrata, e sparare dai tre ai cinque colpi contro uno di loro, ferendolo gravemente.

Da quanto è emerso gli altri due avrebbero continuato il pestaggio e si sarebbero poi dati alla fuga. Quello che gli investigatori si sono trovati davanti è stato un uomo pestato a sangue ed un altro gravemente ferito da proiettili. Il primo è stato trasportato nel vicino pronto soccorso, il secondo è stato invece ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano, dove si trova tutt’ora in condizioni critiche.

«Lo hanno picchiato a sangue, gli hanno messo 18 punti di sutura e ha lividi su tutto il corpo. Ha la faccia gonfia non aveva mai avuto rapine, è sotto choc» è quanto ha dichiarato il figlio del gioielliere.

Via | YouReporter

I Video di Blogo