Scherma, Grand Prix di Fioretto a Torino: Valerio Aspromonte terzo

L’azzurro ha viaggiato di notte in auto da Roma a Torino e poi è riuscito ad arrivare fino alla semifinale.

Se avessimo dovuto puntare un euro su quale degli azzurri sarebbe potuto arrivare sul podio al Grand Prix di Torino di fioretto maschile, molto probabilmente avremmo escluso Valerio Aspromonte. Non perché sia meno talentuoso dei compagni di squadra, ma perché negli ultimi tre giorni si è sottoposto a un tour de force assurdo: venerdì ha disputato le gare di qualificazione al tabellone principale e le ha superate tutte, poi da Torino è andato a Roma dove a ballato fino all’una di notte perché è stato in pista fino allo scontro finale delle semifinali di Ballando con le Stelle, subito dopo è salito in macchina, ha guidato fino all’alba da Roma a Torino ed è salito in pedana vincendo tutti gli assalto eccetto quello della semifinale, persa per una sola stoccata contro il russo Alexey Cheremisinov (campione del mondo in carica) che poi, vincendo anche contro il suo connazionale Ganeev, è salito sul primo gradino del podio.

Insomma, un super Valerio Aspromonte che non ha ceduto alla stanchezza, anzi, ha trovato ancora più energia e ha fatto meglio di tutti i suoi compagni di squadra.
L’azzurro ballerino ha prima vinto contro l’austriaco Pranz per 15-10 nel primo assalto della giornata, poi ha sconfitto l’americano Meinhardt per 15-7, agli ottavi ha fatto fuori il suo connazionale Giorgio Avola per una stoccata, 15-14, ai quarti ha avuto la meglio sul britannico Kruse per 15-11 prima di cedere in semifinale a Cheremisinov.

Ecco le parole di Valerio Aspromonte dopo la gara di oggi:

“Peccato. Nell’ultima stoccata avevo scelto di fare la cosa giusta, ma l’applicazione pratica non è risultata efficace. Ovviamente mi spiace essermi fermato sul terzo gradino, ma considerando che è la mia prima gara dell’anno non posso che ritenermi molto soddisfatto. Oggi ho tirato libero mentalmente e ho espresso la mia scherma. Mi sono divertito! Mi avrebbe fatto molto piacere vincere, ma è un buon terzo posto. Adesso punto a vincere la finale di ‘Ballando sotto le stelle’ sabato sera!”

Per gli impegni in tv, Valerio non ha disputato le prime due tappe di Coppa del Mondo che erano all’estero (nelle lontane San Francisco e Tokyo), ma l’inizio per lui a Torino è stato davvero con il botto.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, oltre a Giorgio Avola eliminato dallo stesso Aspromonte, agli ottavi sono usciti anche Daniele Garozzo battuto il britannico Kruse per 15-14 e Lorenzo NIsta, che ha ceduto 15-11 al francese Tony Helissey. Ai sedicesimi sono usciti Andrea Baldini, battuto dal francese Pauty 15-13, Edoardo Luperi (ko 15-13 con l’americano Imboden), e Andrea Cassarà che ha perso 15-14 il derby con Garozzo. Sono usciti al primo turno Alessandro Paroli, Francesco Ingargiola, Saverio Schiavone, Alessio Foconi e Tobia Biondo (quest’ultimo battuto da Nista).

Foto e video © Federscherma