Cricket, altro dramma: muore arbitro israeliano colpito da una pallina – Video

Un’altra tragedia nel cricket

di antonio

Un altro triste evento scuote il mondo del cricket, a pochi giorni dalla morte di Philip Hughes, promettente giocatore australiano di 25 anni, colpito accidentalmente alla testa da una pallina durante l’incontro South Australia-New South Wales. Poche ore fa, in Israele, un arbitro di 55 anni ha perso la vita dopo essere stato colpito violentemente al volto da una pallina durante una gara ad Ashdod, in Israele, nel corso di una partita del campionato nazionale.

L’uomo è stato trasportato immediatamente in ospedale. Era già privo di conoscenza e i medici non sono riusciti a salvargli la vita. Si chiamava Hillel Oscar e aveva un passato da giocatore. La pallina viaggiava ad una velocità di oltre 100 km/h. Secondo alcuni media l’uomo non aveva un elmetto protettivo, ma per i direttori di gara non è obbligatorio perché gli incidenti, a differenza di cioè che accade per i giocatori, sono molto rari. E’ ancora da stabilire se l’uomo sia morto dopo essere stato centrato in pieno volto, o per infarto dopo aver subito il colpo.

Fatalità vuole che la tragedia arrivi a pochi giorni dalla morte del giocatore australiano Phillip Hughes, colpito mortalmente da una pallina nonostante indossasse l’elmetto, durante una partita a Sydney. In segno di lutto per la tragedia, la nazionale australiana di cricket ha deciso di rinviare il test match contro l’India previsto per il 4 dicembre. Su tutti i campi si è osservato un minuto di silenzio per ricordare il battitore 25enne e migliaia di appassionati hanno messo una foto del giocatore fuori dalla porta di casa o sul proprio profilo sui social network. Hughes è stato ricordato anche da Elton John che durante un concerto in Germania gli ha dedicato ‘Don’t Let the Sun Go Down on Me’.

Foto | Twitter