Carolina Kostner deferita: rischia 4 anni di squalifica

Doping: Alex Schwazer inguaia l’ex compagna, con la Kostner deferiti anche gli staffettisti Collio, Checcucci e Donati

[blogo-video provider_video_id=”nUlVaq7Ntf8″ provider=”youtube” title=”Alex Schwazer: Carolina non sapeva niente, mi sono fatto da solo” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=nUlVaq7Ntf8″]

Alex Schwazer sta via via trascinando nei guai altri importanti protagonisti dello sport italiano: su tutti l’ex fidanzata Carolina Kostner, che come anticipa la ‘Gazzetta dello Sport’ oggi sarà deferita dalla Procura Antidoping del Coni. Schwazer, che sta già scontando una squalifica di tre anni e mezzo per doping, rischia altri quattro anni per aver violato il codice Wada. Intanto, però, la Procura Antidoping continua a lavorare senza sosta e proprio nella mattinata è arrivata la notizia dei nuovi deferimenti. Il primo ad essere colpito dal provvedimento è stato Michele Didoni, ex allenatore di Schwazer, che non ha risposto alla convocazione in qualità di persona informata sui fatti.

Didoni, campione del Mondo nella 20 chilometri a Goteborg nel 1995, è stato l’allenatore di Schwazer fino ai giochi di Londra 2012, quando emerse la positività dell’altoatesino. Come recita il comunicato della Procura Antidoping, pur non essendo attualmente tesserato, Michele Didoni è stato deferito in seguito alla violazione “dell’art. 3.3. delle Nsa in ordine alla mancata collaborazione con l’Ufficio di Procura Antidoping, con richiesta di inibizione per 3 mesi”.

Ora si fa ancora più delicata la posizione della pattinatrice Carolina Kostner, ex fidanzata di Schwarzer: dopo il deferimento, rischia ben 4 anni di squalifica, perché le sue tre versioni fornite, non collimano con quella di Schwazer nell’ultima audizione davanti ai magistrati del Coni. Non sono esclusi ulteriori interrogatori, ma nel frattempo la Procura non se ne sta con le mani in mano e fa recapitare la notifica di deferimento anche a tre dei quattro staffettisti che hanno conquistato la medaglia d’argento a Barcellona nel 2010. Si tratta di Simone Collio, Maurizio Checcucci e Roberto Donati, detentori anche del record italiano nella 4X100. Le richieste della Procura sono rispettivamente di 2 anni e 3 mesi per Collio, 2 anni per Checcucci e 8 mesi per Donati.

Ultime notizie su Doping

Tutto su Doping →