Italia-Sudafrica 6-22 | Rugby, Test Match 2014: tre mete per gli Springboks

Italia-Sudafrica è finita 22-6 per gli Springboks, ma l’Italia esce dall’Euganeo di Padova a testa alta.

L’Italia ha perso 6-22 contro il Sudafrica, ma il risultato è un po’ bugiardo, perché, tutto sommato, gli Springboks hanno giocato un po’ sottotono, mentre gli azzurri escono da questo match a testa alta. Parisse e compagni sono stati molto bravi nelle liberazioni e nei contrattacchi, purtroppo, però, anche questa volta è mancata la meta.

Le mete del Sudafrica sono di Oosthuizen, Reinach e Habana. Lambie ha fallito una trasformazione, mentre Pollard ha messo a segno le altre due. Per l’Italia i sei punti arrivano tutti dal piede di Haimona.
Cobus Reinach, nominato man of the match, ha fatto i complimenti all’Italia che si è dimostrata una squadra molto combattiva.

80′Pollard trasforma e il Sudafrica vince 22-6.

79′ – Con Habana, che ha ricevuto la palla dopo una bella azione di Le Roux e Pollard arriva la terza meta del Sudafrica.

Meta di Habana

77′ – Un’altra rimessa laterale per l’Italia.

76′ – Con la punizione e la rimessa laterale l’Italia è riuscita a portarsi nei 22 metri.

74′ – Ottimo lavoro della prima linea azzurra che guadagna un calcio di punizione.

72′ – Intanto Cobus Reinach è stato scelto come man of the match.

70′ – Adesso la rimessa è per l’Italia.

69′ – Mischia con introduzione per il Sudafrica.

68′ – Parisse guadagna un calcio di punizione ma sceglie la tocche, poi è rimessa per l’Italia.

66′ – Gli Springboks riescono a rubare palla.

64′ – Dopo un lungo possesso palla il Sudafrica la perde ed è mischia per l’Italia.

62′ – Mischia per l’Italia che poi guadagna un calcio di punizione.

60′ – Questa volta il Sudafrica con Pollard mette a segno anche il calcio di trasformazione e vola sul 15-6.

59′Meta di Reinach! 13-6 per il Sudafrica.

Meta Reinach

57′ – Il calcio di Haimona è corto, finisce di un soffio sotto la traversa.

Punizione Italia

56′ – L’Italia ottiene un calcio di punizione.

55′ – Grande accelerazione di Masi e Parisse che tuttavia vengono fermati.

54′ – Mischia ordinata per il Sudafrica ora.

53′ – In effetti il Sudafrica aveva ragione, era stato Castrogiovanni a uscire per primo dalla mischia.

53′ – Calcio di punizione per l’Italia, i sudafricani si arrabbiano un po’.

52′ – Mischia ordinata per il Sudafrica.

51′ – Gli Springboks guadagnano un calcio di punizione e poi una rimessa laterale.

50′ – Un’altra rimessa per il Sudafrica che ora attacca in campo aperto.

49′ – Gran rimessa di Haimona che guadagna tantissimi metri.

47′ – Mischia a favore degli azzurri.

Mischia per azzurri

46′ – Rimessa laterale per il Sudafrica.

45′ – Siamo sempre nella metà campo dell’Italia.

44′ – Azione d’attacco del Sudafrica con Goosen e Lambie.

42′ – Nuova mischia con introduzione per gli azzurri.

41′ – Mischia a favore dell’Italia.

Mischia Italia

16:05 – Comincia il secondo tempo di Italia-Sudafrica.

15:52 – A metà partita l’Italia è indietro solo di due punti rispetto ai numeri due del mondo. Buona prestazione finora per gli azzurri. Molti errori, invece, da parte degli Springboks.

41′Haimona ce la fa! Finisce il primo tempo e l’Italia ha solo due punti di svantaggio dal Sudafrica che conduce ora per 8-6.

40′ – Calcio di punizione per l’Italia allo scadere del primo tempo.

39′ – L’Italia ruba il pallone, poi il laico è sbagliato, ma sbaglia anche Pietersen e così gli azzurri hanno una rimessa laterale.

38′ – Mischia con introduzione per il Sudafrica.

37′ – Calcio di punizione per l’Italia che può così risalire il campo.

34′ – Haimona riesce a liberare, è stato anche toccato. Purtroppo si è fatto male Aguero, al suo posto subito in campo De Marchi.

33′ – Mischia ordinata per l’Italia.

32′ – Pericolosa incursione di Goosen, l’Italia riesce a fermarlo, ma la palla torna subito nelle mani degli Springboks.

Goosen fermato

30′ – Rimessa laterale per il Sudafrica.

29′ – Gran lavoro dell’Italia che guadagna una mischia. Siamo nel centro del campo.

28′ – L’Italia guadagna un calcio di punizione dopo che i sudafricani erano riusciti a rubar palla.

28′ – Mischia per l’Italia dopo che gli azzurri sono riusciti a fermare un altro assedio del Sudafrica.

27′ – Pietersen ha perso la palla a poca distanza dalla linea di meta.

Pietersen

22′ – Lambie sbaglia il calcio di trasformazione. Il risultato resta sull’8-3 per gli ospiti.

Meta di Oosthuizen

21′ – Meta per il Sudafrica con Oosthuizen! 8-3 per gli Springboks.

20′ – Mischia a 5 con introduzione del Sudafrica a pochi metri dalla linea di meta.

19′ – Punizione per il Sudafrica che può tornare a giocare nei 22 metri dell’Italia.

18′ – Mischia per il Sudafrica ora.

16′Lambie ovviamente non sbaglia, anche perché il calcio era da appena due metri. 3-3.

Punizione Lambie

15′ – L’arbitro fischia un calcio di punizione per il Sudafrica, ma l’Italia è stata bravissima a evitare la meta in questo caso.

14′ – Fortissimo pressing degli Springboks. La difesa dell’Italia è in difficoltà.

Sudafrica vicina alla zona di meta

13′ – Rimessa laterale per il Sudafrica che guadagna moltissimi metri, sono pericolosamente vicini alla linea di meta.

11′ – E questa volta Haimona ce la fa! I primi punti della partita sono per l’Italia che va sul 3-0 grazie a questo calcio di punizione del suo mediano di apertura.

Italia-Sudafrica 3-0

10′ – Calcio di punizione per l’Italia.

9′ – Nuova mischia con introduzione per il Sudafrica.

8′ – Purtroppo è corto il calcio di punizione di Haimona, ma la posizione era molto decentrata.

6′ – Rimessa laterale per gli Springboks e l’Italia si guadagna un calcio di punizione.

5′ – Fuorigioco degli azzurri, calcio di punizione per il Sudafrica che riesce così ad allontanarsi dalla propria area dove era stata sorprendentemente confinata dall’Italia.

4′ – Rimessa laterale per l’Italia che se la fa rubare dagli Springboks, poi gli azzurri recuperano e guadagnano moltissimo terreno.

3′ – Mclean ha preso un brutto colpo mentre tentava una presa aerea.

Mclean a terra

2′ – La prima mischia ordinata della partita, l’introduzione è per il Sudafrica.

15:03 – Dopo aver osservato un minuto di silenzio per Angelo Autore si comincia!

14:59 – E adesso l’Inno di Mameli

Inno di Mameli

14:56 – Si comincia con l’inno sudafricano.

Inno Sudafrica

14:54 – I giocatori stanno entrando in campo in questo momento.

Italia entra in campo contro Sudafrica

14:46 – I ragazzi stanno per entrare in campo. Tra pochissimi minuti gli inni nazionali.

14:35 – Ormai è quasi tutto pronto per Italia-Sudafrica, tra pochi minuti i giocatori scenderanno in campo. Intanto gli spalti sono

14:12 – Per Italia-Sudafrica ormai manca meno di un’ora e tra qualche minuto comincerà il collegamento con lo Stadio Euganeo di Padova. Intanto, trovate qui tutti i risultati dei Test Match oggi, sabato 22 novembre 2014.

Italia – Sudafrica | L’arbitro

Italia – Sudafrica in diretta qui, su Blogo, da qualche minuto prima delle ore 15, sarà diretta dall’arbitro francese Jérôme Garcès, ex giocatore (era un estremo, ma si ruppe lo scafoide), internazionale dal 2010. In molti ricorderanno il suo esordio nel Sei Nazioni 2011 nel match tra Inghilterra e Scozia: era assistente di Romain Poite, ma gli dovette subentrare a metà del secondo tempo perché il suo connazionale si stirò un polpaccio.

Allo Stadio Euganeo di Padova c’è il tutto esaurito, 32mila spettatori, curiosi di vedere dal vivo gli azzurri e i fortissimi Springboks.

Italia-Sudafrica in diretta tv e streaming

Italia – Sudafrica, come i precedenti match degli azzurri in questi Test Match di novembre 2014, si potrà vedere in tv, in chiaro, su DMax, canale 52 del digitale terrestre o, per chi lo guarda con il decoder Sky, canale 136. DMax garantisce anche lo streaming gratuito sul suo sito ufficiale. Il collegamento comincia dalle ore 14:30, la partita prende il via alle 15.

Italia-Sudafrica | Rugby | 22 novembre 2014

Italia – Sudafrica è il terzo e ultimo appuntamento della nazionale italiana di rugby ai Test Match 2014 e noi seguiremo la partita in diretta qui su questa pagina di Blogo da qualche minuto prima delle ore 15, quando è in programma l’inizio del confronto.

Finora gli azzurri hanno rimediato una vittoria (contro le Samoa) e una sconfitta (contro l’Argentina la settimana scorsa) e sebbene il risultato contro gli Springboks sia abbastanza scontato (salvo miracoli), a Padova c’è tanta voglia di rugby, tanto che l’Euganeo è tutto esaurito.

Jacques Brunel anche questa volta cambia un solo elemento rispetto alla partita precedente: la settimana scorsa il cambio è stato dettato dal ritorno dalla squalifica di Martin Castrogiovanni, questa settimana, invece, il tecnico ha deciso di far esordire il figiano Samuela (Sam) Vunisa che va a rimpiazzare Simone Favaro come flanker.

Questa settimana nel ritiro azzurro ha regnato la serenità. Parisse e compagni sono abbastanza soddisfatti per quanto fatto in questi tre match, perché la vittoria contro le Samoa ha segnato l’uscita da un incubo dopo un anno e mezzo in cui l’Italia aveva raccolto 13 sconfitte in 14 partite, mentre contro l’Argentina, nonostante la sconfitta, si è visto un ottimo gioco da parte dei ragazzi di Brunel, anche se è mancata la meta. Il tecnico sembra avere già le idee abbastanza chiare su quali saranno i giocatori che porterà con sé alla Coppa del Mondo del prossimo anno in Inghilterra, perciò nel Sei Nazioni vedremo quasi certamente la stessa squadra che stiamo vedendo in questi Test Match di novembre. Poi prima dei Mondiali ci saranno anche tre partite di preparazione per fare ancora un po’ di rodaggio.

Gli azzurri sono sereni, dunque, ma anche carichi in vista dell’appuntamento di oggi con il fortissimo Sudafrica. Si tratta di una prova importante, contro la seconda squadra più forte del mondo, e servirà a capire il reale spessore della nazionale azzurra.

Italia-Sudafrica | Rugby | Precedenti

Italia Sudafrica

Italia e Sudafrica si sono affrontate già undici volte e in tutti i casi hanno sempre vinto gli Springbocks che, lo ricordiamo, sono anche stati i campioni del mondo nel 1995 e nel 2007. L’ultima partita tra queste due squadre è quella dell’8 giugno 2013 quando a Durban il Sudrafrica ha battuto gli azzurri per 44-10.

Italia-Sudafrica | Rugby | Formazioni

Italia Sudafrica rugby diretta 22 novembre 2014

ITALIA: 15 Andrea Masi, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Luke Mclean, 10 Kelly Haimona, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Samuela Vunisa, 6 Alessandro Zanni, 5 Joshua Furno, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Matias Aguero

A disposizione: 16 Andrea Manici, 17 Alberto De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 Marco Bortolami, 20 Francesco Minto, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Luciano Orquera, 23 Giulio Toniolatti

Allenatore: Jacques Brunel

SUDAFRICA: 15 Johan Goosen, 14 Jp Pietersen, 13 Jan Serfontein, 12 Jean De Villiers, 11 Bryan Habana, 10 Pat Lambie, 9 Cobus Reinach, 8 Duane Vermeulen, 7 Teboho “Oupa” Mohoje, 6 Marcell Coetzee, 5 Victor Matfield, 4 Eben Etzebeth, 3 Coenie Oosthuizen, 2 Adriaan Strauss, 1 Trevor Nyakane

A disposizione: 16 Bismarck Du Plessis, 17 Gurthrö Steenkamp, 18 Julian Redelinghuys, 19 Lood De Jager, 20 Nizaam Carr, 21 Francois Hougaard, 22 Handré Pollard, 23 Willie Le Roux

Allenatore: Heyneke Meyer

Italia-Sudafrica rugby diretta Test Match 2014