Mostro di Firenze; morto Mario Vanni, l’ultimo compagno di merende

Mario vanni è morto: insieme a Pietro Pacciani (morto nel 1998) e Giancarlo Lotti (morto nel 2002) era uno dei tasselli che avevano composto l’intrigo da incubo del Mostro di Firenze. Vanni, che aveva 82 anni, è deceduto all’ospedale di Ponte a Niccheri. Amico di Pacciani e Lotti, era partita da lui la definizione di

Mario vanni è morto: insieme a Pietro Pacciani (morto nel 1998) e Giancarlo Lotti (morto nel 2002) era uno dei tasselli che avevano composto l’intrigo da incubo del Mostro di Firenze. Vanni, che aveva 82 anni, è deceduto all’ospedale di Ponte a Niccheri. Amico di Pacciani e Lotti, era partita da lui la definizione di “compagni di merende” per i tre:

Mario Vanni – ex postino di San Casciano, soprannominato Torsolo, alcolista e con problemi mentali, era l’unico ancora in vita, fino al 14 aprile 2009, giorno del suo decesso in ospedale, dei “compagni di merende”. Accusato dal “pentito” Lotti di aver partecipato agli omicidi delle coppiette, col ruolo di asportare dai poveri corpi i macabri feticci. Non ha mai ammesso alcuna responsabilità. Pare che avesse parlato di presunti complici, tra cui un “omone nero” ma le sue precarie condizioni psico-fisiche rendevano tali dichiarazioni decisamente inattendibili. Nel processo d’appello del 1998 – 2000, prima di essere espulso definitivamente dall’aula aveva gridato:”Viva il Duce, il lavoro e la libertà. Ritorneremo, prima o dopo”. È morto il 14 aprile 2009 per cause naturali

Qui sopra un video del processo. Agghiacciante.

I Video di Blogo