UK: documenti top secret in bella vista, si dimette Bob Quik, capo dell’antiterrorismo britannico

Si stava recando ad un meeting col primo ministro britannico Gordon Brown per aggiornarlo sull’operazione Pathway, che avrebbe dovuto sventare un attentato a Manchester organizzato da Al Qaeda, ma il capo dell’antiterrorismo di Scotland Yard, Bob Quick, ha commesso un errore che gli è costato la sua decennale e brillante carriera.E’ sceso dalla macchina in


Si stava recando ad un meeting col primo ministro britannico Gordon Brown per aggiornarlo sull’operazione Pathway, che avrebbe dovuto sventare un attentato a Manchester organizzato da Al Qaeda, ma il capo dell’antiterrorismo di Scotland Yard, Bob Quick, ha commesso un errore che gli è costato la sua decennale e brillante carriera.

E’ sceso dalla macchina in Downing Street tenendo in bella vista documenti riservati sull’imminente operazione di polizia: ad attenderlo c’era il celebre fotografo Steve Back che non ha esitato ad immortalare la scena e diffonderla attraverso i principali quotidiani britannici.

Così importanti dettagli sull’operazione top secret hanno fatto in poco tempo il giro del mondo, ma fortunatamente non hanno impedito il successo del raid, che è stato anticipato ed ha portato all’arresto di 12 uomini, di cui 10 pachistani, sospettati di pianificare un imminente attentato.

Ma anche se tutto si è concluso nel migliore dei modi, Quick ha ritenuto giusto dimettersi dall’incarico: “Ho offerto oggi le mie dimissioni nella consapevolezza che la mia azione potrebbe aver compromesso un’importante operazione di antiterrorismo. Mi dispiace profondamente per il danno causato ai colleghi impegnati nell’operazione“. Il suo posto è già stato rimpiazzato da John Yates.

Bob Quick e i documenti top-secret
Bob Quick e i documenti top-secret
Bob Quick e i documenti top-secret
Bob Quick e i documenti top-secret

Via | Telegraph