Nadal operato di appendicite, un mese per il recupero

Rafa Nadal operato di appendicite in una clinica di Barcellona pubblica su Facebook la foto dopo l’intervento. I tempi di recupero? Un mese di stop.

Ecco l’immagine con la quale Nadal ha salutato i suoi sostenitori ringraziandoli per il sostegno. Il tennista, appena operato di appendicite, si è mostrato sorridente nel letto d’ospedale.

Nadal operato di appendicite, un mese per il recupero

Nel giorno del sorteggio dei gironi delle Atp Finals di Londra, al via il prossimo 9 novembre, Rafa Nadal, assente nella kermesse di fine anno, si è sottoposto in una clinica di Barcellona, all’operazione di appendicectomia, programmata dieci giorni fa.

L’intervento è perfettamente riuscito. Lo stesso tennista lo ha comunicato ai fan sui propri account social, sui quali ha anche pubblicato una foto in compagnia di un infermiere dopo l’uscita dalla sala operatoria. Prima di volare a Barcellona, nel weekend, Nadal ha trascorso due giorni giocando a golf nelle Baleari. Proprio lì è stato intercettato da Ib3, emittente televisiva di Mallorca. Incalzato dai cronisti, Rafa si è augurato di riprendere gli allenamenti per la prossima stagione tra 3-4 settimane.

L’obiettivo di Nadal è quello di arrivare in piena forma agli Australian Open, in programma a Melbourne dal prossimo 19 gennaio. Prima, la presenza dell’iberico è annunciata anche nella tradizionale esibizione di Abu Dhabi che si disputerà dall’1 al 3 gennaio e nell’Atp 250 di Doha, torneo che apre la stagione e, nel quale, Nadal dovrebbe difendere il titolo vinto lo scorso anno in finale con Monfils. Il condizionale è quantomai d’obbligo. Molto dipenderà infatti dalle condizioni di Rafa e dall’intensità della preparazione invernale.

Pochi dubbi invece sulla sua presenza a Melbourne. Nadal ha scelto di operarsi proprio ora per non allungare ulteriormente il periodo di stop post operatorio. Lo avesse fatto tra due settimane, anche l’Australian Open sarebbe stato in dubbio. L’operazione era inevitabile. Impossibile competere con i rivali con l’appendice infiammata. Rafa si è accorto del problema a Pechino. Da allora sono arrivate tre sconfitte con Klizan, F.Lopez a Shanghai e Coric a Basilea, avversari che, in condizioni ottimali, Nadal non avrebbe minimamente sofferto.